Costanza di Sicilia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando la nipote, regina di Sicilia, imperatrice moglie di Enrico VI di Svevia e madre di Federico II di Svevia, vedi Costanza I di Sicilia.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando la regina di Sicilia, figlia di Manfredi e moglie di Pietro I di Sicilia, vedi Costanza II di Sicilia.

Costanza d'Altavilla (1082 – post 1135) fu la regina consorte del Re d’Italia Corrado di Lorena.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlia del Conte Ruggero I di Sicilia e di Eremburga di Mortain, era sorella di Malgerio, Conte di Troina e sorellastra più anziana, da parte di padre, di re Ruggero II di Sicilia.

Il matrimonio[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1095, Costanza sposò Corrado di Lorena, il figlio ed erede dell’imperatore Enrico IV e della sua prima moglie Berta di Savoia. Il matrimonio fu combinato da Urbano II che, all’epoca, cercava un’alleanza con il Conte i Sicilia. Non si conoscono figli nati da quest’unione.

Suo marito fu re co-reggente di Germania dal 1087 al 1098 e re co-reggente d'Italia dal 1093 al 1098. Nel conflitto tra Enrico IV e Papa Urbano II, Corrado si schierò con il Papa contro il suo stesso padre. Poco dopo il Concilio di Piacenza, Corrado giurò fedeltà ad Urbano II a Cremona e servì come Parafreniere pontificio, guidando il cavallo del Papa in segno di umiltà.

La deposizione[modifica | modifica wikitesto]

Nell’aprile 1098, dopo tre anni di conflitto con il figlio, Enrico IV reagì ritrattando le proprie posizioni dinanzi al parlamento imperiale, il Reichstag di Magonza, deponendo Corrado e designando il suo figlio più giovane Enrico V come suo successore.

Dopo la sua deposizione Corrado II non ebbe più quasi nessuna influenza sulla politica italiana. Il suo alleato più importante, Urbano II, morì il 29 luglio 1099, e con lui se ne andarono le speranze di restaurazione.

Corrado morì il 27 luglio 1101. Costanza non si risposò e visse gli anni successivi in relativa oscurità.


Predecessore:
Berta di Savoia
Sacra Romana Imperatrice
1095 - 1098
Successore:
Matilde d’Inghilterra
Regina consorte d'Italia
1095 - 1098

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]