Costantino XI Lascaris

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Costantino XI Lascaris
Basileus
In carica 12 aprile 1204 - 19 marzo 1205
Predecessore Alessio V Ducas
Successore Teodoro I di Bisanzio
Morte Nicea, 19 marzo 1205
Casa reale Lascaris

Costantino XI Lascaris (in greco: Κωνσταντίνος Λάσκαρης , Kōnstantínos XI Laskaris; Costantinopoli, 1170Nicea, 19 marzo 1205) è stato un imperatore bizantino. Fu basileus dei romei dal 12 aprile 1204, fino alla sua morte.

Il breve regno[modifica | modifica sorgente]

Mentre Costantinopoli era sotto l'assedio crociato del 1204, Alessio V Ducas, rendendosi conto che non era più possibile salvare la città, salpò per la Tracia il 12 aprile, dove era intenzionato a preparare una controffensiva. Non tutti i sudditi però credevano nella sua impresa, e dopo la sua partenza molti nobili vollero che Costantino XI Lascaris fosse eletto loro Imperatore. Lo stesso patriarca Giovanni X di Costantinopoli era d'accordo per l'incoronazione, che venne effettuata il giorno stesso, in Santa Sofia.

La frammentazione dell'impero bizantino dopo il 1204: l'impero latino (rosso), l'impero di Nicea (blu), l'impero di Trebisonda (viola) e il despotato d'Epiro (verde scuro); i confini sono molto incerti, in più è anche rappresentata l'impero bulgaro (verde chiaro).

Quando cadde Costantinopoli Costantino si imbarcò per l'Asia minore, verso una piccola provincia che era rimasta bizantina; in quel luogo avrebbe fondato il provvisorio Impero di Nicea, elevando Nicea a sua capitale. Costantino, però, morì in brevissimo tempo, stroncato da una malattia, non riuscendo nemmeno a far coniare delle monete sotto il suo Impero e per questo il suo numero di progressione dinastica non viene riconosciuto dalla maggioranza degli storici, che riconoscono infatti il titolo di Costantino XI a Costantino XI Paleologo, anche se una minoranza di storici lo attribuisce a Lascaris, identificando Costantino XII nella persona di Costantino XI Paleologo.
Gli succedette il fratello Teodoro I di Bisanzio.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Niceta Coniata, Grandezza e catastrofe di Bisanzio, Milano, Mondadori, 1994, ISBN 88-04-37948-0.
  • Marco Meschini, 1204 L'Incompiuta, Milano, Ancora, 2004.
  • Paolo Cesaretti, L' impero perduto. Vita di Anna di Bisanzio, una sovrana tra Oriente e Occidente, Milano, Mondadori, 2006, ISBN 88-04-52672-6.
Predecessore Imperatore bizantino Successore Double-headed eagle of the Greek Orthodox Church.svg
Alessio V Murzulfo 1204-1205 Teodoro I Lascaris