Costa d'Oro brandeburghese

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La Costa d'Oro brandeburghese, diventata poi Costa d'Oro prussiana, era una zona della regione africana della Costa d'Oro, colonizzata dalla Marca di Brandeburgo dal 1682 al 1717.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Costa d'Oro brandeburghese[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1682 la compagnia ufficiale del Brandeburgo, la Compagnia Africana brandeburghese (Kurfurstliche Afrikanisch-Brandenburgische Compagnie), aprì due stabilimenti nella Costa d'Oro, l'attuale fascia costiera del Ghana. I due insediamenti, sorti sul Golfo di Guinea, presso Capo Three Points, erano Groß Friedrichsburg, la capitale, e Fort Dorothea, occupata dagli olandesi tra il 1697 ed il 1698.

Costa d'Oro prussiana[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1701 la piccola colonia mutò il proprio nome in Costa d'Oro prussiana infatti, tre giorni prima, l'elettore della Marca di Brandeburgo ed il duca di Prussia si era incoronato re di Prussia. Dal 1711 al 1712 Fort Dorothea venne di nuovo occupata dagli olandesi. Nel 1717 la Prussia non si curò più degli affari delle colonia e nel 1721 gli olandesi comprarono i diritti dai prussiani per acquisire la colonia.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]