Cosmografia ravennate

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cosmografia ravennate
Titolo originale Anonymi Ravennatis de geographia libri V
Autore sconosciuto
1ª ed. originale 1688
Genere itineraria
Lingua originale latino

La Cosmografia ravennate è una lista di luoghi e città del VII secolo d.C., che presenta il mondo allora conosciuto. Prende il suo nome dalla città italiana di Ravenna, dove il testo fu realizzato da un autore anonimo.

Consiste in una sequenza di toponimi che vanno dall'India fino all'Irlanda. Il testo lascia supporre che probabilmente l'autore ha frequentemente usato delle mappe come fonti.

Sebbene graficamente si presenti come una mappa, è in realtà una metodica elencazione di località, tratte dalla mappa.

I testi che ci sono giunti sono affascinanti. Le tre copie manoscritte distano dall'originale tre o quattro generazioni. Di conseguenza le copie sono affette da errori di ortografia, divisioni di parole ed errori di trascrizione che sembrano provenire da una cattiva interpretazione di una dettatura. Le variazioni tra i testi non sono limitate ai nomi delle località, ma ci sono variazioni significative nei commenti. Da questo si può dedurre che gran parte delle critiche vanno mosse ai copisti.

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

I cinque libri che compongono l'opera sono stati pubblicati per la prima volta a Parigi da dom Porcheron con il titolo: "Anonymi Ravennatis de geographia libri V" nel 1688.

Sono stati pubblicati di nuovo a Parigi con notevoli miglioramenti da A. Jacobs nel 1858 e a Berlino da Parthey nel 1860.

L'edizione critica più recente dei tre manoscritti è quella di Joseph Schnetz, Itineraria Romana, vol. II: Ravennatis Anonymi Cosmographia et Guidonis Geographica, 1942 (ristampa 1990), B. G. Teubner, Stuttgart.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]