Cosby

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati per Cosby, vedi Cosby (disambigua).
Cosby
Titolo originale Cosby
Paese Stati Uniti d'America
Anno 1996-2000
Formato serie TV
Genere sitcom
Stagioni 4
Episodi 95
Durata 30 min
Lingua originale inglese
Caratteristiche tecniche
Aspect ratio
Colore colore
Audio stereo
Crediti
Ideatore Bill Cosby
Interpreti e personaggi
Musiche Benny Golson
Produttore Marcy Carsey
Joanne Curley-Kerner
Caryn Mandabach
John Rogers
Peter Tortorici
Tom Werner
Produttore esecutivo Bill Cosby
Dennis Klein
Norman Steinberg
Tom Straw
Casa di produzione Bill Cosby, Carsey-Werner Company
Prima visione
Prima TV Stati Uniti d'America
Dal 16 settembre 1996
Al 28 aprile 2000
Rete televisiva CBS
Prima TV in italiano (gratuita)
Dal
Al
Rete televisiva Canale 5
Premi

Cosby è una serie televisiva statunitense in 95 episodi trasmessi per la prima volta nel corso di 4 stagioni dal 1996 al 2000. È liberamente ispirata alla serie britannica One Foot in the Grave (1984–1992).

Trama[modifica | modifica sorgente]

New York. Hilton Lucas è costretto ad andare in pensione. È sposato con Ruth, che gestisce un bar, il Flower Cafe, e ha una figlia, Erica.

Personaggi[modifica | modifica sorgente]

Produzione[modifica | modifica sorgente]

La serie, ideata da Bill Cosby ispirandosi alla sitcom inglese della BBC One foot in the Grave,[1] fu prodotta dallo stesso Bill Cosby e dalla Carsey-Werner Company[2] e girata negli studios della Kaufman Astoria a New York City e negli studi della Universal a Universal City in California.[3] Le musiche furono composte da Benny Golson con il supporto di Cosby (accreditato anche come produttore esecutivo con il nome Dr. William H. Cosby). Phylicia Rashad, che interpreta la moglie di Hilton, Ruth, aveva già interpretato la moglie del personaggio di Bill Cosby ne I Robinson (Claire). Inizialmente, per il ruolo della moglie era stata contattata Telma Hopkins (zia Rachel in Otto sotto un Tetto); tuttavia, l'attrice non si trovò a suo agio con la tendenza all'improvvisazione sul set di Bill Cosby, e dovette rinunciare alla parte.[4][5]

Tra gli episodi più celebri figurano la prima puntata della quarta stagione, My Spy, dove Hilton mentre guarda in Tv un episodio della serie Le spie (interpretata da Cosby negli anni sessanta), si addormenta e sogna di intraprendere un'avventura insieme al personaggio interpretato da Robert Culp nella serie televisiva originale. Nella stessa stagione viene presentato l'episodio intitolato Loving Madeline, un tributo a Madeline Kahn da poco deceduta, puntualizzato da spezzoni dei passati episodi dove lei era presente (in maniera simile a come era stato fatto in precedenza nella sitcom Barney Miller, a seguito della morte del membro del cast Jack Soo alla fine degli anni settanta).

Registi[modifica | modifica sorgente]

Tra i registi della serie sono accreditati:[6]

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

La serie fu trasmessa negli Stati Uniti dal 1996 al 2000 sulla rete televisiva CBS.[2] In Italia è stata trasmessa su Canale 5[7] con il titolo Cosby.[8]

Alcune delle uscite internazionali sono state:[9]

Accoglienza[modifica | modifica sorgente]

Cosby debuttò negli Stati Uniti davanti a un'audience di più di 24.7 milioni di spettatori,[10] stabilendosi poi su una media di 16 milioni di spettatori fissi[11] durante il corso della stagione. Quando però la CBS, decise di spostare la serie dal lunedì al mercoledì ed infine al venerdì, il programma perse velocemente punti negli indici d'ascolto, e Cosby in accordo con la dirigente CBS Leslie Moonves decise di porre fine alla serie.[12] L'ultima puntata, intitolata The Song Remains the Same, andò in onda in America il 28 aprile 2000.

Episodi[modifica | modifica sorgente]

Stagione Episodi Prima TV USA
Prima stagione 25 1996-1997
Seconda stagione 24 1997-1998
Terza stagione 25 1998-1999
Quarta stagione 21 1999-2000

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ It's Crystal Clear: 'Living Color' Actress Joins 'Cosby', The New York Daily News, 19 agosto 1996. URL consultato il 10 novembre 2008. [collegamento interrotto]
  2. ^ a b Cosby - Crediti compagnia. URL consultato il 18 dicembre 2011.
  3. ^ Cosby - Luoghi delle riprese. URL consultato il 18 dicembre 2011.
  4. ^ John Levesque, CBS Sitcoms: Cosby Big on Tradition, Bochco's Not, seattlepi.com, 23 luglio 1996. URL consultato il 10 novembre 2008.
  5. ^ Bill Carter, A Chance to Swing the Bat, The New York Times, 23 luglio 1996. URL consultato il 10 novembre 2008.
  6. ^ Cosby - Cast e credit completi. URL consultato il 18 dicembre 2011.
  7. ^ Cosby - Il mondo dei doppiatori. URL consultato il 18 dicembre 2011.
  8. ^ Cosby - MYmovies. URL consultato il 18 dicembre 2011.
  9. ^ Cosby - Date di uscita. URL consultato il 18 dicembre 2011.
  10. ^ Richard Huff, SHIELDS OUTDRAWS FOX AND COS (New York), NY Daily News, 21 settembre 1996. URL consultato il 24 febbraio 2010.
  11. ^ CBS and Bill Cosby Announce Finale for 'COSBY', CBS Television, 24 marzo 2000. URL consultato il 24 febbraio 2010.
  12. ^ Cynthia Littleton, CBS Catalyst 'Cosby' Going, The Hollywood Reporter, 27 marzo 2000. URL consultato il 10 novembre 2008.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Elenco delle serie televisive trasmesse in Italia: 0-9 | A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z
televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione