Così lontano, così vicino!

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Così lontano, così vicino!
Così lontano così vicino.JPG
L'angelo Cassiel ed Emit Flesti
Titolo originale In weiter Ferne, so nah!
Lingua originale tedesco, francese, inglese, italiano, russo
Paese di produzione Germania
Anno 1993
Durata 144 min

140 min (USA)

Colore B/N, colore
Audio sonoro
Rapporto 1,85:1
Genere fantastico, drammatico, erotico
Regia Wim Wenders
Soggetto Richard Reitinger, Wim Wenders, Ulrich Zieger
Sceneggiatura Richard Reitinger, Wim Wenders, Ulrich Zieger
Produttore Ulrich Felsberg, Wim Wenders, Michael Schwarz
Casa di produzione Bioskop Film, Road Movies Filmproduktion
Distribuzione (Italia) Ripley's Home Video
Animatori Peter Tabbert
Fotografia Jürgen Jürges
Montaggio Peter Przygodda
Effetti speciali Michael Luppino, Gerd Nefzer (accreditato come Gerd Feuchter), Uli Nefzer (accreditato come Ulrich Nefzer)
Musiche Laurent Petitgand, Graeme Revell (non accreditato)
Scenografia Martin Schreiber
Costumi Esther Walz
Trucco Christine Atar, Hasso von Hugo, Jeannette Latzelsberger, Valeska Schitthelm
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Premi

Così lontano, così vicino! (In weiter Ferne, so nah!) è un film del 1993 diretto da Wim Wenders, vincitore del Grand Prix Speciale della Giuria al 46º Festival di Cannes.[1]

Il film è il sequel de Il cielo sopra Berlino (1987).

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la riunificazione tedesca molto è cambiato. Damiel, l'angelo diventato umano, si è fatto una famiglia e Cassiel ancora osserva gli uomini. Per salvare la vita a una bambina sceglie istintivamente di diventare umano, trovandosi ad affrontare la difficile prova delle sofferenze connaturate a tale condizione.

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

Come nel precedente film di Wenders Fino alla fine del mondo, nella colonna sonora appaiono nomi di primissimo piano quali Lou Reed (che partecipa al film anche come attore, interpretando sé stesso), U2 e Nick Cave, autore e interprete dello struggente brano di chiusura Cassiel Song. Stay (Faraway So Close) fu candidata all'edizione del 1994 dei Golden Globe per la migliore canzone originale, riconoscimento che ricevette Streets Of Philadelphia di Bruce Springsteen.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Awards 1993, festival-cannes.fr. URL consultato il 29 giugno 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema