Corydoras melanotaenia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Corydoras melanotaenia
3Corydoras.jpg
Stato di conservazione
Status none NE.svg
Specie non valutata
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Actinopterygii
Ordine Siluriformes
Famiglia Callichthyidae
Genere Corydoras
Specie C. melanotaenia
Nomenclatura binomiale
Corydoras melanotaenia
Regan, 1912

Corydoras melanotaenia è un pesce tropicale d'acqua dolce, appartenente alla famiglia Callichthyidae.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Colombia, bacino del Rio Meta, in piccoli corsi d’acqua e canali naturali. I valori dell'acqua in cui vive sono: temperatura 20-25 °C, pH 6-7 e durezza 5-15° dGH.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Lunghezza: fino a 6-7 cm.

Le caratteristiche fisiche del corpo non si discostano di molto da quelle degli altri Corydoras.

Dimorfismo sessuale: di solito maschio più snello e con livrea più brillante.

Comportamento[modifica | modifica sorgente]

Pacifico e socievole. Vive in gruppi di non meno di 10 esemplari.

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

Vengono deposte a più riprese, su foglie e margini dei corsi d'acqua, fino a 150-180 uova adesive, che si schiudono dopo 4-5 giorni. I piccoli si nutrono fin dall’inizio con naupli di artemia.

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

Ha dieta onnivora. Si nutre di piccoli crostacei, larve, insetti ed altri invertebrati presenti fra la vegetazione e nel substrato, oltre che di detriti animali e vegetali.

Acquariofilia[modifica | modifica sorgente]

È una specie rara in commercio, dove è presente quasi esclusivamente con soggetti selvatici ma ugualmente robusti e di facile allevamento e riproduzione in acquario. Pur essendo un ottimo “spazzino”, è indispensabile integrare la sua dieta con mangime i compresse per pesci di fondo. Come tutti i pesci può essere affetto da vermi intestinali che possono essere curati semplicemente somministrando aglio in polvere. Indispensabile allevarlo in un gruppo di almeno una decina di individui in una vsca di un centinaio di litri altrimenti resta timido e nascosto.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Enciclopedia dei pesci tropicali d'acquario di Esther J. J. Verhoef-Verhallen, Edizioni White Star;
  • Corydoras da Il mio acquario, mensile, dicembre 2003.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci