Corsa all'oro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Corsa all'oro (disambigua).
Un manifesto che pubblicizza la vendita di biglietti per vaporetti verso la corsa all'oro in California

Il termine corsa all'oro o febbre dell'oro indica un periodo di febbrile migrazione di lavoratori in aree nelle quali si verificò la scoperta di notevoli quantità di oro sfruttabili commercialmente, soprattutto negli Stati Uniti, ma anche in altre nazioni, divenendo in maniera peculiare una caratteristica della cultura statunitense del XIX secolo e non solo.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

I fattori che portarono migliaia di persone alla volta ad abbandonare il monotono lavoro quotidiano della Rivoluzione industriale e viaggiare verso le miniere d'oro comprendono:

  • relativi miglioramenti nella rete dei trasporti;
  • miglioramenti nei mezzi di comunicazione che aiutarono il diffondersi delle notizie;
  • forme di malcontento sociale
  • un sistema monetario internazionale basato sull'oro.

Incidentalmente, pochi cercatori fecero fortuna, diversi fornitori e commercianti invece si arricchirono, e numerosi sfortunati sopportarono momenti duri e privazioni, in esotici luoghi alla frontiera della civilizzazione, per una piccola ricompensa.

Dal punto di vista demografico, diverse corse all'oro scossero i piani di insediamento dei coloni negli USA, producendo un'apertura di aree in precedenza scarsamente insediate e una diaspora Cantonese attraverso l'Oceano Pacifico. La cultura della corsa all'oro, spesso riflessa nelle canzoni popolari country, tendeva a promuovere delle immagini di robusta mascolinità.

Aree[modifica | modifica sorgente]

Tra le aree dove si svolsero le corse all'oro troviamo:

Anche l'Italia ebbe la sua corsa all'oro tra il 1848 e il 1915, numerosi documenti relativi a questo periodo sono conservati presso il Museo dell'Oro e della Bessa.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Aldo Rocchetti, La Corsa all'Oro in Italia - 1848-1915, Candelo (BI), Arti Grafiche Biellesi, ISBN 9788890434709.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]