Corridonia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Corridonia
comune
Corridonia – Stemma Corridonia – Bandiera
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Coat of arms of Marche.svg Marche
Provincia Provincia di Macerata-Stemma.png Macerata
Amministrazione
Sindaco Nelia Calvigioni (lista civica) dal 28-5-2007
Territorio
Coordinate 43°14′53.59″N 13°30′27.11″E / 43.248219°N 13.507531°E43.248219; 13.507531 (Corridonia)Coordinate: 43°14′53.59″N 13°30′27.11″E / 43.248219°N 13.507531°E43.248219; 13.507531 (Corridonia)
Altitudine 261 m s.l.m.
Superficie 61,97 km²
Abitanti 15 430[1] (30-6-2011)
Densità 248,99 ab./km²
Frazioni Colbuccaro, Passo del Bidollo, San Claudio
Comuni confinanti Francavilla d'Ete (FM), Macerata, Mogliano, Monte San Giusto, Monte San Pietrangeli (FM), Morrovalle, Petriolo, Tolentino, Urbisaglia
Altre informazioni
Cod. postale 62014
Prefisso 0733
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 043015
Cod. catastale D042
Targa MC
Cl. sismica zona 2 (sismicità media)
Cl. climatica zona D, 1 976 GG[2]
Nome abitanti corridoniani
Patrono San Pietro e san Paolo
Giorno festivo 29 giugno
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Corridonia
Corridonia
Posizione del comune di Corridonia nella provincia di Macerata
Posizione del comune di Corridonia nella provincia di Macerata
Sito istituzionale

Corridonia (Curidògnia in dialetto locale) è un comune italiano di 15 482[1] abitanti della provincia di Macerata, nelle Marche.

In passato ha avuto altre denominazioni: dapprima Montolmo, poi Pausula per identificazione con la città romana di Pausulae. Assunse il nome corrente nel 1931 in onore di Filippo Corridoni, sindacalista rivoluzionario, intellettuale socialista ed interventista morto il 23 ottobre 1915 nella Trincea delle Frasche.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Il centro è situato a 255 m s.l.m., sullo spartiacque tra le valli del Chienti e del Cremone.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Documentato come castello almeno dal 1115, tra il 1306 e il 1317 visse un periodo di splendore come sede del Parlamento generale delle Marche. Nel 1433 il castello fu distrutto da Francesco Sforza e in seguito ricostruito. Il nome antico, Mont'Olmo, derivava da un antico olmo secolare che si elevava sulla sommità dell'abitato, davanti a Santa Maria in castello. La pianta morì nel 1831. Nel 1851 il nome fu cambiato in Pausula, in onore della vicina città romana distrutta di Pausulae.

Nel 1931 infine la città venne dedicata all'eroe di guerra e sindacalista Filippo Corridoni.

Luoghi di interesse[modifica | modifica wikitesto]

Il borgo antico conserva alcuni tratti di mura ed edifici monumentali, tra cui la parrocchiale a cui è annessa un'interessante pinacoteca.

Al n.1 di via Roma si trova una casa trecentesca con finestre decorate da elementi in terracotta. In piazza Corridoni si trova il monumento a Filippo Corridoni, scolpito da Oddo Aliventi nel 1936. In via Lanzi, al n. 6, si trova la casa natale dell'abate Luigi Lanzi, con una lapide che ricorda il letterato sopra l'arco d'ingresso al cortile interno. La Porta Romana (1790) fu disegnata da Giuseppe Valadier.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[3]

Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Secondo i rilevamenti dell'ISTAT, i cittadini stranieri residenti a Corridonia al 31 dicembre 2006 erano 1190, mentre al 31 dicembre 2009 erano di 1756 persone. Le nazionalità maggiormente rappresentate in base alla loro percentuale sul totale della popolazione residente erano:

Nazionalità 31 dicembre 2006[4] 31 dicembre 2009[5]
Pakistan Pakistan 452 565 3,68%
Macedonia Macedonia 229 292 1,90%
Romania Romania 266 1,73%
Cina Cina 112 195 1,27%

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Eventi[modifica | modifica wikitesto]

A cavallo tra i mesi di agosto e settembre di ogni anno si svolge la Contesa della Margutta, rievocazione storica ambientata nel Medioevo. Si svolge secondo le modalità della giostra equestre; i cavalieri devono colpire, dopo un percorso a otto, un bersaglio posto su un fantoccio con le fattezze di donna poco avvenente (margutta, in dialetto).

Nella 3ª settimana di luglio presso l'abbazia di San Claudio si svolge la "Festa della Birra di San Claudio", una tra le più caratteristiche della provincia di Macerata.

Persone legate a Corridonia[modifica | modifica wikitesto]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
2002 27 maggio 2007 Alberto Emiliani Sindaco
28 maggio 2007 in carica Nelia Calvigioni lista civica Sindaco
il monumento sull'Altopiano di Asiago a Eugenio Niccolai, morto durante la Battaglia dei Tre Monti

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Il Corridonia Calcio dai colori rossoverdi milita in Eccellenza Marche. Altre realtà calcistiche cittadine sono l'Amatori Corridonia che gioca in Prima Categoria, il CSKA Corridonia che disputa la Seconda Categoria, il Real Montolmo, il San Claudio ed il Colbuccaro che militano in Terza Categoria.

Altre società cittadine sono:

  • Associazione Pallavolo Corridonia, nata nel 1984, comprende una squadra femminile e una maschile di pallavolo;
  • Asd Atletica Pausola, nata nel 1994, atletica leggera
  • Circolo Tennis Corridonia, 1 campo indoor, 2 campi outdoor (terra rossa);
  • Real Trading C5, squadra di calcio a 5 di Serie D che disputa le partite casalinghe presso l'impianto in contrada Cigliano.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Dato Istat - Popolazione residente al 30 settembre 2014.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF) in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  4. ^ Statistiche demografiche ISTAT - Cittadini stranieri
  5. ^ Statistiche demografiche ISTAT - Cittadini stranieri
  6. ^ Scheda dal sito del Quirinale - visto 16 dicembre 2011

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN142341962 · GND: (DE4216647-0
Marche Portale Marche: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marche