Corrente capacitiva

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rappresentazione del doppio strato elettrico.

In elettrochimica, la corrente capacitiva (o corrente non faradaica o corrente di carica o corrente di doppio strato) è la corrente richiesta per caricare o scaricare il doppio strato elettrico formato all'interfaccia elettrodo-elettrolita.

Questa corrente non è associata allo svolgersi di reazioni chimiche, bensì ad un accumulo (o rimozione) di cariche elettriche in corrispondenza del doppio strato elettrico che si stabilisce tra la superficie dell'elettrodo e la zona della soluzione elettrolitica vicino all'elettrodo.

Una corrente capacitiva è sempre presente durante la variazione del potenziale di elettrodo, mentre tale corrente è generalmente nulla nel caso in cui il potenziale sia costante.[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ http://siba.unipv.it/chimica/DIDATTICA/Pesavento/SCICHIM/12-Correntecella.pdf

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]