Corrado il Rosso

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lehl consegna a Corrado un corno come trofeo di battaglia (da un codice ungaro)

Corrado di Lotaringia, detto il Rosso (... – 10 agosto 955), fu Duca di Lotaringia e di Franconia.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Egli era figlio di Werner, Conte di Nahegau, Speyergau e Wormsgau. Sua madre era la sorella di Corrado I di Franconia. Nel 941, Corrado di Lorena succedette al padre nelle sue contee ottenendo anche territori addizionali come il Niddagau. Nel 944 o nel 945, egli fu investito anche della Lorena dall'Imperatore Ottone I.

Nel 947, egli sposò Liutgarda, figlia di Ottone I e di Edith, figlia di Edoardo il Vecchio, Re d'Inghilterra. Dal suo matrimonio con Liutgarda ebbe un figlio, Ottone di Worms, successivamente Duca di Svevia e Carinzia.

Nel 952 l'armata di Corrado e Liudolfo era stata assediata da Ottone I a Magonza. Nel 953, Corrado aiutò suo cognato, Liudolfo di Svevia, nella sua rivolta contro Ottone, che aveva poco compianto l'ingratitudine di Corrado. La ribellione venne repressa e Corrado venne privato dei suoi domini in Lorena, che vennero invece ceduti al fratello di Ottone, l'Arcivescovo Bruno I di Colonia.

Corrado e Ottone si riconciliarono ma, nel 955, Corrado venne ucciso nella Battaglia di Lechfeld mentre aiutava Ottone contro gli Ungheresi. Secondo gli storici dell'epoca, Il Duca Corrado, venne ucciso in questa battaglia perché, a causa della grande calura, era stato costretto a togliersi parte dell'armatura e venne colpito per questo al collo da una freccia che lo uccise all'istante. Il corpo di Corrado venne portato a Worms, dove gli vennero tributati grandi onori e, dopo il funerale, venne sepolto nella cattedrale di San Pietro da suo figlio Ottone.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Duca di Lotaringia Successore
Ottone 944-953
Bruno I di Colonia

Controllo di autorità VIAF: 95403302

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie