Corpo di Lewy

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Corpi di Lewy

I corpi di Lewy sono degli aggregati proteici anormali che si sviluppano all'interno delle cellule nervose. Vengono identificati mediante esame immunoistochimico al microscopio del tessuto nervoso interessato.

Si presentano come masse di forma sferica, con due varianti morfologiche: corpi di Lewy sottocorticali (localizzati principalmente nel tronco encefalico) e corpi di Lewy corticali. Un corpo di Lewy sottocorticale è rappresentato da un'inclusione citoplasmatica eosinofila consistente di un nucleo denso circondato da un alone fibrillare radiale di 10 nm, il cui principale componente strutturale è l'alfa-sinucleina. Un corpo di Lewy corticale è invece meno definito e non presenta l'alone, ma è pur sempre costituito da fibrille di alfa-sinucleina.

Prendono il nome dal loro scopritore, il neurologo Frederic Lewy.

Biologia cellulare[modifica | modifica sorgente]

Il corpo di Lewy è composto dall'alfa-sinucleina associata con altre proteine come l'ubiquitina, la proteina dei neurofilamenti e l'alfa B cristallina. Si ritiene che tale formazione rappresenti un aggresoma all'interno della cellula.

Patologie associate[modifica | modifica sorgente]

La principale malattia associata alla presenza dei corpi di Lewy è la Malattia di Parkinson; tali corpi sono presenti anche all'interno dei neuroni di pazienti affetti da alcuni tipi di demenza e, più specificatamente nei neuroni di soggetti affetti da una variante della malattia di Alzheimer, la sindrome di Hallervorden-Spatz.

Le inclusioni costituite da alfa-sinucleina diverse dai corpi di Lewy sono presenti nelle cellule della glia nell'atrofia multi-sistemica, dove prendono il nome di inclusioni citoplasmatiche gliali.