Coronella austriaca

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Coronella austriaca
Schlingnatter.jpg
Primo piano di Coronella austriaca
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Reptilia
Ordine Squamata
Sottordine Ofidi
Famiglia Colubridae
Genere Coronella
Specie C. austriaca
Nomenclatura binomiale
Coronella austriaca
Laurenti, 1768
Mappa di distribuzione

Mapa Coronella austriaca.png

Il Colubro liscio (Coronella austriaca Laurenti, 1768) è un serpente innocuo della famiglia dei colubridi.

Habitat[modifica | modifica sorgente]

Vive in Europa centrale e del nord, e ad est fino alle regioni nordiche dell'Iran. In Italia è presente in tutte le regioni,più frequentemente nei boschi o nelle aree di golena. Si trova dal livello del mare fino a oltre 1800 m s.l.m. predilige muri a secco o zone pietrose di pascolo e ambienti piuttosto asciutti, dove trova più facilmente le proprie prede lucertole e orbettini.

Comportamento[modifica | modifica sorgente]

È un rettile schivo e si muove lentamente e silenziosamente, grazie a questo comportamento, riesce a non farsi notare dai predatori. Se avvista un predatore si immobilizza cercando di mimetizzarsi il più possibile. Nel caso venga minacciato assume la tipica posizione a S alzando la testa, appiattendola per assomigliare ad una vipera e soffiando.

Anatomia[modifica | modifica sorgente]

Il corpo è a sezione cilindrica, la testa poco più grande. Gli occhi piccoli hanno colorazione variabile e pupilla rotonda. La colorazione del corpo varia da bruna, bruno-rossiccia e grigia con macchie scure sparse sul dorso, questo tipo di colorazione gli fornisce un ottimo sistema mimetico. Carattere distintivo è la fascia nera che dal collo arriva fino alle narici passando per gli occhi.

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

Questo serpente si nutre di lucertole, orbettini e piccolissime prede, non attacca prede più grandi in quanto non riesce a mangiarle.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Boitani L., Corsi F., Falcucci A., Maiorano L., Marzetti I., Masi M., Montemaggiori A., Ottaviani D., Reggiani G., Rondinini C. 2002. Rete Ecologica Nazionale. Un approccio alla conservazione dei vertebrati italiani. Università di Roma "La Sapienza", Dipartimento di Biologia Animale e dell'Uomo; Ministero dell'Ambiente, Direzione per la Conservazione della Natura; Istituto di Ecologia Applicata. [1], scheda sulla Coronella austriaca
  • Bruno S., Maugeri S.: Rettili d'Italia, Tartarughe, Sauri e Serpenti. Giunti - Martello, Firenze 1977.
  • Arnold E.N., Burton J.A. Guida dei Rettili e degli Anfibi d'Europa. Franco Muzzio Editori, Padova 1985.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

rettili Portale Rettili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rettili