Corona di forzamento

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Corona di forzamento su una granata del Little David.

La corona di forzamento è un componente del proietto di artiglieria, costituita da una fascia di metallo dolce, tipicamente rame o piombo, posta intorno al corpo bomba.

Descrizione tecnica[modifica | modifica sorgente]

Su ogni proietto possono essere presenti da una a tre corone. La fascia ha un diametro esterno leggermente superiore al calibro misurato tra i pieni di rigatura. Al momento dello sparo, la pressione dei gas forza la corona entro la parte rigata della canna, deformandosi contro i pieni di rigatura, assolvendo a due funzioni: aumenta la tenuta dei gas, che altrimenti fuoriuscirebbero nello spazio tra il corpo bomba ed i vuoti di rigatura, ed imprime un moto rotatorio alla granata, secondo il verso della rigatura. Nelle armi da fuoco portatili a canna rigata, l'intero proiettile è in genere coperto da rame o da una lega morbida, in modo da comportarsi come un'unica corona di forzamento.

Uno svantaggio dell'uso della corona di forzamento è che essa deve essere posizionata sul punto più largo della munizione e nei pressi del centro di gravità della munizione; questi, idealmente, coincidono. Però per le alte velocità alla volata problemi aerodinamici richiedono che il punto più largo sia situato posteriormente al centro di gravità. Un altro problema è che con l'aumento di peso del Uno svantaggio dell'uso di una banda di guida è che deve essere posizionato nel punto più largo sul guscio , e anche presso il punto di equilibrio ; questi punti , idealmente ( per questo scopo) coincidono . Alle alte velocità supersoniche considerazioni aerodinamiche richiedono il punto più largo sia verso il retro del punto di equilibrio . Anche l'aumento di peso della granata rende più difficile progettare la corona di forzamento: infatti i gas propellenti, invece di spingere il proietto nella canna, potrebbero semplicemente staccare e spingere fuori la fascia.

Alcune armi che operano ad alto rateo di fuoco, come il cannone Gatling GAU-8 Avenger, usano corone di forzamento in plastica anziché in metallo morbido, con il vantaggio ridurre l'usura dell'anima rigata, allungando la vita media e la precisione dell'arma.

Varianti[modifica | modifica sorgente]

Per le armi rigate ad avancarica, come alcuni mortai, le corone di forzamento delle bombe sono pre-intagliate. Quando i proiettili HEAT sono usati in cannoni rigati, per ridurre la rotazione impartita dalla rigatura (che riduce l'efficia della carica cava), sono impiegate invece corone rotanti "folli".

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Musciarelli L. Dizionario delle Armi, Milano, Oscar Mondadori, 1978.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]