Corisco (Guinea Equatoriale)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Corisco
Mandj
Vista aerea dell'isola di Corisco.
Vista aerea dell'isola di Corisco.
Geografia fisica
Localizzazione estuario fiume Muni
Coordinate 0°55′N 9°19′E / 0.916667°N 9.316667°E0.916667; 9.316667Coordinate: 0°55′N 9°19′E / 0.916667°N 9.316667°E0.916667; 9.316667
Superficie 14 km²
Geografia politica
Stato Guinea Equatoriale Guinea Equatoriale
Cartografia
ELOBEYS.jpg
Mappa di localizzazione: Guinea Equatoriale
Corisco

[senza fonte]

voci di isole della Guinea Equatoriale presenti su Wikipedia

Corisco, o Mandj, è una piccola isola della Guinea Equatoriale, di appena 14 km², che si trova 29 km a sudovest dell'estuario del fiume Muni che segna il confine con il Gabon.

Originariamente abitata dalle tribù Benga, Corisco è stata comprata dalla Spagna nel 1843.

Nella prima parte del XX secolo fece parte dell'amministrazione coloniale spagnola di Elobey, Annobon, e Corisco. È diventata parte integrante della Guinea Equatoriale con l'indipendenza.

Corisco e le acque circostanti di Corisco Bay sono diventati oggetto di interesse e dispute territoriali negli ultimi anni per il loro petrolio. Un consorzio di Elf Aquitaine e Petrogab ha iniziato nel 1981 l'esplorazione delle acque in mare aperto nelle vicinanze. La zona è disputata con il Gabon a causa del valore percepito del petrolio. Nel febbraio 2003 il ministro della Difesa del Gabon Ali-Ben Bongo Ondimba (figlio dell'allora Presidente Omar Bongo) visitò l'isola, rivendicandone la territorialità[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "GABON-EQUATORIAL GUINEA: UN mediates dispute over Corisco Bay islands", IRIN, 23 gennaio 2004.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Africa Portale Africa: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Africa