Corellon Larethian

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Corellon Larethian
Divinità di Dungeons & Dragons
Titolo(i) Il Creatore degli Elfi, il Protettore, il Protettore e Conservatore della Vita, il Signore di tutti gli Elfi
Piano di esistenza Arvandor
Divinità (Potere) Maggiore
Allineamento Caotico Buono
Aree di influenza Magia, musica, arti, artigianato, guerra, la razza elfica, poesia, bardi, guerrieri
Superiore Nessuno

Corellon Larethian è una divinità immaginaria del gioco di ruolo Dungeons & Dragons. È presente nelle ambientazioni Greyhawk e Forgotten Realms.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

È la divinità principale della razza degli elfi, in quanto è lui ad averla creata. Il suo culto è praticato quindi in un numero elevatissimo di dimensioni e mondi paralleli, cosa che lo rende una delle divinità più potenti di Dungeons & Dragons.

Nell'ambientazione Forgotten Realms, ricopre un ruolo fondamentale in molte vicende assieme alle altre divinità elfiche (di cui fra l' altro è il padre); in particolare è responsabile dell'esilio degli elfi oscuri (drow) nel Sottosuolo. La dea Lolth infatti, con cui aveva avuto dei figli, lo tradì cercando di spingere i drow a lei fedeli a conquistare il mondo onde così primeggiare su ogni altra razza vivente di Toril. Corellon bandì i traditori dalla superficie, e punì la Dea Ragno conferendole il suo attuale aspetto abominevole (fino al torso è rimasta immutata, ma al di sotto il corpo è quello di un ragno mostruoso). Fra le altre cose gli si riconosce il merito di avere sconfitto più volte il suo rivale di sempre, il dio orchesco Gruumsh il quale, durante uno dei feroci e ripetuti scontri, finì per perdere un occhio che gli venne fatto letteralmente schizzare via da una formidabile freccia scoccata dal dio elfico.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

giochi di ruolo Portale Giochi di ruolo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di giochi di ruolo