Coppa delle nazioni asiatiche 2015

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow.pngVoce principale: Coppa delle nazioni asiatiche.

Coppa delle nazioni asiatiche 2015
2015 AFC Asian Cup
Competizione Coppa delle nazioni asiatiche
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 16ª
Organizzatore AFC
Date dal 9 gennaio 2015
al 31 gennaio 2015
Luogo Australia Australia
(5 città)
Partecipanti 16
Formula Gironi all'italiana + Eliminazione diretta
Impianto/i 5 stadi
Risultati
Vincitore Australia Australia
(1° titolo)
Secondo Corea del Sud Corea del Sud
Terzo Emirati Arabi Uniti Emirati Arabi Uniti
Quarto Iraq Iraq
Statistiche
Miglior nazione Australia Australia
Miglior giocatore Australia Massimo Luongo
Miglior marcatore Emirati Arabi Uniti Ali Mabkhout (5 gol)
Miglior portiere Australia Mathew Ryan
Incontri disputati 32
Gol segnati 85 (2,66 per incontro)
Pubblico 649 705
(20 303 per incontro)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2011 2019 Right arrow.svg

La Coppa delle nazioni asiatiche 2015 (en. 2015 AFC Asian Cup), nota anche come Australia 2015, è stata la 16ª edizione di questo torneo di calcio continentale per squadre nazionali maggiori maschili (spesso detto Coppa d'Asia) organizzato dall'AFC, la cui fase finale si è svolta in Australia dal 9 al 31 gennaio 2015.

Per la prima volta nella storia il titolo è andato ai padroni di casa dell'Australia, che hanno così ottenuto il diritto di partecipare alla FIFA Confederations Cup 2017 in Russia.

Qualificazioni[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Qualificazioni alla Coppa delle nazioni asiatiche 2015.

Scelta della sede[modifica | modifica wikitesto]

L'Australia era l'unica nazione candidata a organizzare la manifestazione. La nomina ufficiale è arrivata il 5 gennaio 2011.[1]

Stadi[modifica | modifica wikitesto]

La competizione si è svolta in cinque stadi di altrettante città.

Località Stadio Capienza
Brisbane Suncorp Stadium 52 500
Canberra Canberra Stadium 25 011
Melbourne Melbourne Rectangular Stadium 30 050
Newcastle EnergyAustralia Stadium 33 000
Sydney Stadium Australia 83 500

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Le prime tre classificate nell'edizione 2011 e la nazione organizzatrice si sono qualificate automaticamente alla fase finale. Altri due posti sono stati riservati alle squadre vincitrici delle edizioni 2012 e 2014 della AFC Challenge Cup. Gli altri 11 posti sono stati assegnati tramite le qualificazioni.

Pr. Squadra Data di qualificazione certa Partecipante in quanto Ultima presenza
1 Australia Australia 005 gennaio 2011 00Rappresentativa della nazione organizzatrice della fase finale Qatar 2011
2 Giappone Giappone 0025 gennaio 2011 00Vincitrice della Coppa delle Nazioni Asiatiche 2011 Qatar 2011
3 Corea del Sud Corea del Sud 0025 gennaio 2011 003ª classificata nella Coppa delle Nazioni Asiatiche 2011 Qatar 2011
4 Corea del Nord Corea del Nord 0019 marzo 2012 00Vincitrice della AFC Challenge Cup 2012 Qatar 2011
5 Oman Oman 0019 novembre 2013 001° nel gruppo A delle qualificazioni Indonesia-Malesia-Thailandia-Vietnam 2007
6 Arabia Saudita Arabia Saudita 0015 novembre 2013 001° nel gruppo C delle qualificazioni Qatar 2011
7 Qatar Qatar 0019 novembre 2013 002° nel gruppo D delle qualificazioni Qatar 2011
8 Bahrein Bahrein 0019 novembre 2013 001° nel gruppo D delle qualificazioni Qatar 2011
9 Emirati Arabi Uniti Emirati Arabi Uniti 0019 novembre 2013 001° nel gruppo E delle qualificazioni Qatar 2011
10 Uzbekistan Uzbekistan 0019 novembre 2013 002° nel gruppo E delle qualificazioni Qatar 2011
11 Iran Iran 0019 novembre 2013 001° nel gruppo B delle qualificazioni Qatar 2011
12 Kuwait Kuwait 0019 novembre 2013 002° nel gruppo B delle qualificazioni Qatar 2011
13 Giordania Giordania 004 febbraio 2014 002° nel gruppo A delle qualificazioni Qatar 2011
14 Iraq Iraq 005 marzo 2014 002° nel gruppo C delle qualificazioni Qatar 2011
15 Cina Cina 005 marzo 2014 00Migliore terza Qatar 2011
16 Palestina Palestina 0030 maggio 2014 00Vincitrice della AFC Challenge Cup 2014 Esordiente

Sorteggio dei gruppi[modifica | modifica wikitesto]

Il sorteggio dei gironi della prima fase si è svolto il 26 marzo 2014 alla Sydney Opera House. Le 16 squadre sono state divise in quattro urne, in base alla classifica mondiale della FIFA del marzo 2014; l'Australia, come paese organizzatore, occupava automaticamente la posizione A1 nell'urna 1. La squadra vincitrice dell'AFC Challenge Cup 2014 è stata invece collocata automaticamente nell'urna 4.

1ª urna (teste di serie) 2ª urna 3ª urna 4ª urna
Australia Australia
Iran Iran
Giappone Giappone
Uzbekistan Uzbekistan
Corea del Sud Corea del Sud
Emirati Arabi Uniti Emirati Arabi Uniti
Giordania Giordania
Arabia Saudita Arabia Saudita
Oman Oman
Cina Cina
Qatar Qatar
Iraq Iraq
Bahrein Bahrein
Kuwait Kuwait
Corea del Nord Corea del Nord
Palestina Palestina

Arbitri[modifica | modifica wikitesto]

Sono quattordici gli arbitri convocati dall'AFC per dirigere questo torneo.

Su invito della stessa confederazione, è presente il neozelandese Peter O'Leary, unico arbitro non appartenente alla confederazione asiatica.

 

Vi sono inoltre tre ufficiali convocati in qualità di riserve[2].

  • Malesia Mohd Amirul Izwan Bin Yaacob
  • Ceylon Hettikamkanamge Perera
  • Hong Kong Ng Chiu Kok

Convocazioni[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Convocazioni per la Coppa delle nazioni asiatiche 2015.

Fase finale[modifica | modifica wikitesto]

Fase a gironi[modifica | modifica wikitesto]

Le prime due classificate di ogni girone accedono alla fase a eliminazione diretta. In caso di parità in classifica, si tiene conto dei seguenti criteri:

  1. Punti conquistati nello scontro diretto (classifica avulsa);
  2. Differenza reti del confronto diretto;
  3. Maggior numero di gol segnati nel confronto diretto;
  4. Differenza reti globale;
  5. Maggior numero di gol segnati nel girone;
  6. Minor numero di sanzioni disciplinari ricevute;[3]
  7. Sorteggio.

Se due squadre che si affrontano nell'ultima giornata chiudono il girone a pari punti e i criteri non risolvono la parità, vengono battuti i tiri di rigore.

Gruppo A[modifica | modifica wikitesto]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]
Melbourne
9 gennaio 2015, ore UTC+11
Australia Australia 4 – 1
referto
Kuwait Kuwait Melbourne Rectangular Stadium (25.231 spett.)
Arbitro Uzbekistan Ravshan Irmatov

Canberra
10 gennaio 2015, ore UTC+11
Corea del Sud Corea del Sud 1 – 0
referto
Oman Oman Canberra Stadium (12.552 spett.)
Arbitro Nuova Zelanda Peter O'Leary

Canberra
13 gennaio 2015, ore UTC+11
Kuwait Kuwait 0 – 1
referto
Corea del Sud Corea del Sud Canberra Stadium (8.795 spett.)
Arbitro Iran Alireza Faghani

Sydney
13 gennaio 2015, ore UTC+11
Oman Oman 0 – 4
referto
Australia Australia Stadium Australia (50.276 spett.)
Arbitro Giappone Ryuji Sato

Brisbane
17 gennaio 2015, ore UTC+10
Australia Australia 0 – 1
referto
Corea del Sud Corea del Sud Suncorp Stadium (48.513 spett.)
Arbitro Bahrein Nawaf Shukralla

Newcastle
17 gennaio 2015, ore UTC+11
Oman Oman 1 – 0
referto
Kuwait Kuwait EnergyAustralia Stadium (7.499 spett.)
Arbitro Arabia Saudita Fahad Al-Mirdasi

Classifica[modifica | modifica wikitesto]
Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Corea del Sud Corea del Sud 9 3 3 0 0 3 0 +3
2. Australia Australia 6 3 2 0 1 8 2 +6
3. Oman Oman 3 3 1 0 2 1 5 -4
4. Kuwait Kuwait 0 3 0 0 3 1 6 -5

Gruppo B[modifica | modifica wikitesto]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]
Sydney
10 gennaio 2015, ore UTC+11
Uzbekistan Uzbekistan 1 – 0
referto
Corea del Nord Corea del Nord Stadium Australia (12.078 spett.)
Arbitro Bahrein Nawaf Shukralla

Brisbane
10 gennaio 2015, ore UTC+10
Arabia Saudita Arabia Saudita 0 – 1
referto
Cina Cina Suncorp Stadium (12.557 spett.)
Arbitro Iran Alireza Faghani

Melbourne
14 gennaio 2015, ore UTC+11
Corea del Nord Corea del Nord 1 – 4
referto
Arabia Saudita Arabia Saudita Melbourne Rectangular Stadium (12.349 spett.)
Arbitro Oman Abdullah Al Hilali

Brisbane
14 gennaio 2015, ore UTC+10
Cina Cina 2 – 1
referto
Uzbekistan Uzbekistan Suncorp Stadium (13.674 spett.)
Arbitro Emirati Arabi Uniti Abdulla Hassan Mohamed

Melbourne
18 gennaio 2015, ore UTC+11
Uzbekistan Uzbekistan 3 – 1
referto
Arabia Saudita Arabia Saudita Melbourne Rectangular Stadium (10.871 spett.)
Arbitro Australia Benjamin Williams

Canberra
18 gennaio 2015, ore UTC+11
Cina Cina 2 – 1
referto
Corea del Nord Corea del Nord Canberra Stadium (18.457 spett.)
Arbitro Qatar Abdulrahman Mohammed

Classifica[modifica | modifica wikitesto]
Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Cina Cina 9 3 3 0 0 5 2 +3
2. Uzbekistan Uzbekistan 6 3 2 0 1 5 3 +2
3. Arabia Saudita Arabia Saudita 3 3 1 0 2 5 5 0
4. Corea del Nord Corea del Nord 0 3 0 0 3 2 7 -5

Gruppo C[modifica | modifica wikitesto]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]
Melbourne
11 gennaio 2015, ore UTC+11
Iran Iran 2 – 0
referto
Bahrein Bahrein Melbourne Rectangular Stadium (17.712 spett.)
Arbitro Australia Benjamin Williams

Canberra
11 gennaio 2015, ore UTC+11
Emirati Arabi Uniti Emirati Arabi Uniti 4 – 1
referto
Qatar Qatar Canberra Stadium (5.513 spett.)
Arbitro Corea del Sud Kim Jong-Hyeok

Canberra
15 gennaio 2015, ore UTC+11
Bahrein Bahrein 1 – 2
referto
Emirati Arabi Uniti Emirati Arabi Uniti Canberra Stadium (7.925 spett.)
Arbitro Australia Chris Beath

Sydney
15 gennaio 2015, ore UTC+11
Qatar Qatar 0 – 1
referto
Iran Iran Stadium Australia (22.672 spett.)
Arbitro Uzbekistan Ravshan Irmatov

Brisbane
19 gennaio 2015, ore UTC+10
Iran Iran 1 – 0
referto
Emirati Arabi Uniti Emirati Arabi Uniti Suncorp Stadium (11.394 spett.)
Arbitro Giappone Ryuji Sato

Sydney
19 gennaio 2015, ore UTC+11
Qatar Qatar 1 – 2
referto
Bahrein Bahrein Stadium Australia (4.841 spett.)
Arbitro Oman Abdullah Al Hilali

Classifica[modifica | modifica wikitesto]
Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Iran Iran 9 3 3 0 0 4 0 +4
2. Emirati Arabi Uniti Emirati Arabi Uniti 6 3 2 0 1 6 3 +3
3. Bahrein Bahrein 3 3 1 0 2 3 5 -2
4. Qatar Qatar 0 3 0 0 3 2 7 -5

Gruppo D[modifica | modifica wikitesto]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]
Newcastle
12 gennaio 2015, ore UTC+11
Giappone Giappone 4 – 0
referto
Palestina Palestina EnergyAustralia Stadium (17.147 spett.)
Arbitro Qatar Abdulrahman Mohammed

Brisbane
12 gennaio 2015, ore UTC+10
Giordania Giordania 0 – 1
referto
Iraq Iraq Suncorp Stadium (6.840 spett.)
Arbitro Arabia Saudita Fahad Al-Mirdasi

Melbourne
16 gennaio 2015, ore UTC+11
Palestina Palestina 1 – 5
referto
Giordania Giordania Melbourne Rectangular Stadium (10.808 spett.)
Arbitro Corea del Sud Kim Jong-Hyeok

Brisbane
16 gennaio 2015, ore UTC+10
Iraq Iraq 0 – 1
referto
Giappone Giappone Suncorp Stadium (22.941 spett.)
Arbitro Iran Alireza Faghani

Melbourne
20 gennaio 2015, ore UTC+11
Giappone Giappone 2 – 0
referto
Giordania Giordania Melbourne Rectangular Stadium (25.016 spett.)
Arbitro Uzbekistan Ravshan Irmatov

Canberra
20 gennaio 2015, ore UTC+11
Iraq Iraq 2 – 0
referto
Palestina Palestina Canberra Stadium (10.235 spett.)
Arbitro Emirati Arabi Uniti Abdulla Hassan Mohamed

Classifica[modifica | modifica wikitesto]
Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Giappone Giappone 9 3 3 0 0 7 0 +7
2. Iraq Iraq 6 3 2 0 1 3 1 +2
3. Giordania Giordania 3 3 1 0 2 5 4 +1
4. Palestina Palestina 0 3 0 0 3 1 11 -10

Fase a eliminazione diretta[modifica | modifica wikitesto]

Tabellone[modifica | modifica wikitesto]

Quarti di finale Semifinali Finale
22 gennaio 2015 - Melbourne
 1A. Corea del Sud Corea del Sud (dts)  2
26 gennaio 2015 - Sydney
 2B. Uzbekistan Uzbekistan  0  
 Corea del Sud Corea del Sud  2
23 gennaio 2015 - Canberra
   Iraq Iraq  0  
 1C. Iran Iran  3 (6)
31 gennaio 2015 - Sydney
 2D. Iraq Iraq (dtr)  3 (7)  
 Corea del Sud Corea del Sud  1
22 gennaio 2015 - Brisbane
   Australia Australia (dts)  2
 1B. Cina Cina  0
27 gennaio 2015 - Newcastle
 2A. Australia Australia  2  
 Australia Australia  2 Finale 3º posto
23 gennaio 2015 - Sydney
   Emirati Arabi Uniti Emirati Arabi Uniti  0  
 1D. Giappone Giappone  1 (4)  Iraq Iraq  2
 2C. Emirati Arabi Uniti Emirati Arabi Uniti (dtr)  1 (5)    Emirati Arabi Uniti Emirati Arabi Uniti  3
30 gennaio 2015 - Newcastle

Quarti di finale[modifica | modifica wikitesto]

Melbourne
22 gennaio 2015, ore 18.30 UTC+11
Corea del Sud Corea del Sud 2 – 0
(d.t.s.)
referto
Uzbekistan Uzbekistan Melbourne Rectangular Stadium (23.381 spett.)
Arbitro Arabia Saudita Fahad Al-Mirdasi

Brisbane
22 gennaio 2015, ore 20:30 UTC+10
Cina Cina 0 – 2
referto
Australia Australia Suncorp Stadium (46.067 spett.)
Arbitro Corea del Sud Kim Jong-Hyeok

Canberra
23 gennaio 2015, ore 17:30 UTC+11
Iran Iran 3 – 3
(d.t.s.)
referto
Iraq Iraq Canberra Stadium (18.921 spett.)
Arbitro Australia Benjamin Williams

Sydney
23 gennaio 2015, ore 20:30 UTC+11
Giappone Giappone 1 – 1
(d.t.s.)
referto
Emirati Arabi Uniti Emirati Arabi Uniti Stadium Australia (19.094 spett.)
Arbitro Iran Alireza Faghani

Semifinali[modifica | modifica wikitesto]

Sydney
26 gennaio 2015, ore 20:00 UTC+11
Corea del Sud Corea del Sud 2 – 0
referto
Iraq Iraq Stadium Australia (36.053 spett.)
Arbitro Giappone Ryuji Sato

Newcastle
27 gennaio 2015, ore 20:00 UTC+11
Australia Australia 2 – 0
referto
Emirati Arabi Uniti Emirati Arabi Uniti EnergyAustralia Stadium (21.079 spett.)
Arbitro Uzbekistan Ravshan Irmatov

Incontro per il terzo posto[modifica | modifica wikitesto]

Newcastle
30 gennaio 2015, ore 20:00 UTC+11
Iraq Iraq 2 – 3
referto
Emirati Arabi Uniti Emirati Arabi Uniti EnergyAustralia Stadium (12.829 spett.)
Arbitro Bahrein Nawaf Shukralla

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Sydney
31 gennaio 2015, ore 20:00 UTC+11
Corea del Sud Corea del Sud 1 – 2
(d.t.s.)
referto
Australia Australia Stadium Australia (76.385 spett.)
Arbitro Iran Alireza Faghani

Vincitore[modifica | modifica wikitesto]

Campione d'Asia 2015

Australia
Australia
Primo titolo


Classifica marcatori[modifica | modifica wikitesto]

5 reti
4 reti
3 reti
2 reti
1 rete
Autoreti

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Australia to host 2015 AFC Asian Cup, Asian Football Confederation, 5 gennaio 2011.
  2. ^ (EN) 2015 AFC Asian Cup (Australia) - selected officials, refereesfifa.blogspot. URL consultato il 09-01-2015.
  3. ^ 1 punto per l'ammonizione, 3 punti per l'espulsione (diretta oppure per somma di ammonizioni), 4 punti per l'ammonizione seguita dall'espulsione.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio