Coppa del mondo VIVA

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Coppa del mondo VIVA
VIVA World Cup
Sport Football pictogram.svg Calcio
Tipo Nazionali non riconosciute dalla FIFA
Federazione NF-Board
Titolo Campione del mondo VIVA
Cadenza Biennale
Storia
Fondazione 2006
Detentore Kurdistan Kurdistan

La Coppa del mondo VIVA (ing. VIVA World Cup) è una manifestazione calcistica internazionale nata nel 2006 ed organizzata dalla NF-Board, federazione che raggruppa molte nazionali non affiliate alla più celebre FIFA. La selezione vincitrice si aggiudica il Nelson Mandela Trophy.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Inizialmente la prima edizione della VIVA World Cup venne organizzata dalla NF-Board nella Repubblica Turca di Cipro Nord, poco dopo il cinquantesimo anniversario della fondazione della KTFF. Alcuni problemi sorti tra l'NF-Board e la KTFF la fecero poi spostare in Occitania e sull'isola del Mediterraneo venne organizzata la ELF Cup a cui parteciparono molte delle selezioni precedentemente invitate dalla NF-Board per la Coppa del Mondo.

A causa di diversi altri problemi, il torneo in Occitania vide la partecipazione effettiva di sole quattro squadre, Monaco, Lapponia, Camerun meridionale ed Occitania e si concluse con una schiacciante vittoria della Selezione dei Sami che si imposero sui monegaschi 21-1.

La seconda edizione fu ospitata dalla Lapponia, tra il 7 ed il 13 luglio 2008. Cinque selezioni vi presero parte, Lapponia - paese ospitante e campione in carica - Padania, Aramea, Provenza e Kurdistan, ed il torneo fu vinto dalla Selezione di calcio della Padania, vittoriosa in finale sull'Aramea 2-0.

Progettata inizialmente per essere disputata ogni due anni e, salvo particolari controindicazioni, essere ospitata dalla nazione vincitrice dell'edizione precedente, durante la quinta riunione generale dell'NF-Board, tenutasi il 13 dicembre 2008 a Milano, nella la quale si doveva scegliere il paese che avrebbe ospitato l'edizione 2010 tra Padania, Gozo e Kurdistan, fu presa la decisione di organizzare nel 2009 un'edizione in Padania, nel 2010 una a Gozo ed il Kurdistan avrà precedenza per la successiva.[1][2]

Nel dicembre 2009 la NF-Board e l'IGA si sono accordati per organizzare la manifestazione ogni due anni[3], in alternanza con i Giochi delle isole, che si ripetono con la stessa cadenza negli anni dispari, dando così la potenziale possibilità anche ai membri dell'IGA di giocare.

La quinta edizione della VIVA World Cup, inizialmente programmata per il 2011, è stata ospitata dal Kurdistan nel 2012.[3] Vi hanno partecipato 9 squadre ed è stata vinta dalla selezione di casa.

Dal 2014 è stata sostituita dalla Coppa del mondo ConIFA, organizzata dalla Confederation of Independent Football Associations.

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Anno Ospitante Finale Finale terzo e quarto posto
Vincitore Risultato 2º posto 3º posto Risultato 4º posto
2006
Dettagli
Occitania Occitania Lapponia
Lapponia
21 - 1 Monaco
Monaco
Occitania
Occitania
3 - 0
(a tavolino)
Camerun meridionale
Camerun meridionale
2008
Dettagli
Lapponia Lapponia Padania
Padania
2 - 0 Aramea
Aramea
Lapponia
Lapponia
3 - 1 Kurdistan
Kurdistan
2009
Dettagli
Padania Padania Padania
Padania
2 - 0 Kurdistan
Kurdistan
Lapponia
Lapponia
4 – 4
(5–4)
dcr.
Provenza
Provenza
2010
Dettagli
Gozo Gozo Padania
Padania
1 - 0 Kurdistan
Kurdistan
Occitania
Occitania
2 – 0 Due Sicilie
Due Sicilie
2012
Dettagli
Kurdistan Kurdistan Kurdistan
Kurdistan
2 - 1 Cipro del Nord
Cipro del Nord
Zanzibar
Zanzibar
7 - 2 Provenza
Provenza


Migliori piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Titoli 2° posti 3° posti 4° posti
Padania Padania 3 (2008, 2009, 2010)
Kurdistan Kurdistan 1 (2012) 2 (2009, 2010) 1 (2008)
Lapponia Lapponia 1 (2006) 2 (2008, 2009)
Aramea Aramea 1 (2008)
Cipro del Nord Cipro del Nord 1 (2012)
Monaco Monaco 1 (2006)
Occitania Occitania 2 (2006, 2010)
Zanzibar Zanzibar 1 (2012)
Provenza Provenza 2 (2009, 2012)
Camerun meridionale Camerun meridionale 1 (2006)
Due Sicilie Due Sicilie 1 (2010)

Prestazione della squadra ospitante[modifica | modifica wikitesto]

Anno Paese ospitante Risultato
2006 Occitania Occitania 3 posto
2008 Lapponia Lapponia 3 posto
2009 Padania Padania 1 posto
2010 Gozo Gozo 5 posto
2012 Kurdistan Kurdistan 1 posto

Partecipazioni e prestazioni nelle fasi finali[modifica | modifica wikitesto]

Legenda
  • – Campione
  • - Secondo posto
  • - Terzo posto
  • - Quarto posto
  • 5ª - Quinto posto
  • 6ª - Sesto posto
  • 7ª - Settimo posto
  • 8ª - Ottavo posto
  • 9ª - Nono posto
  •  •  – Non partecipa
  •    – Nazione ospite

Per ogni torneo, viene indicata la bandiera del Paese ospite e, tra parentesi, il numero di squadre che vi hanno partecipato.

Edizione Occitania
2006
Lapponia
2008
Padania
2009
Gozo
2010
Kurdistan
2012
Totale
Aramea Aramea 1
Camerun meridionale Camerun meridionale 1
Cipro del Nord Cipro del Nord 1
Darfur Darfur 1
Due Sicilie Due Sicilie 1
Gozo Gozo 2
Kurdistan Kurdistan 4
Lapponia Lapponia 3
Monaco Monaco 1
Occitania Occitania 4
Padania Padania 3
Provenza Provenza 4
Rezia Rezia 1
Sahara Occidentale Sahara Occidentale 1
Tamil Eelam Tamil Eelam 1
Zanzibar Zanzibar 1
Nr. Squadre (4) (5) (6) (6) (9)

Record e statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ I mondiali indipendentisti alla Padania, ma Gozo si consola, varesenews.it, 13 dicembre 2008. URL consultato il 15 giugno 2009.
  2. ^ «Viva cup» La Padania organizza il 2009, corriere.it, 14 gennaio 2008. URL consultato il 31 gennaio 2009.
  3. ^ a b (EN) Kurdistan to host 2012 non-FIFA World Cup, playthegame.org, 9 dicembre 2009. URL consultato il 3 giugno 2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio