Coppa del Mondo per club di pallavolo maschile

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Coppa del Mondo per club FIVB
Sport Volleyball (indoor) pictogram.svg Pallavolo
Tipo club maschili
Organizzatore FIVB
Titolo Campione del Mondo di club
Cadenza annuale
Partecipanti 8
Formula Fase a gironi
Semifinali-Finali
Sito Internet fivb.org
Storia
Fondazione 1989
(soppressa tra il 1993 e il 2008)
Numero edizioni 10
Detentore Russia VK Belgor'e VK Belogor'e
Maggiori titoli Italia Trentino Volley Trentino Volley (4)
Ultima edizione Coppa del Mondo per club di pallavolo maschile 2014
Prossima edizione Coppa del Mondo per club di pallavolo maschile 2015
Gold medal world centered-2.svg
Trofeo o riconoscimento

La Coppa del Mondo per club maschile FIVB (ing. FIVB Men’s Club World Volleyball Championship) è una competizione pallavolistica riservata alle squadre maschili vincitrici dei tornei continentali organizzati dalle cinque confederazioni appartenenti alla FIVB e mette in palio il titolo di Campione del Mondo per club.

Alla competizione prendono parte i campioni continentali provenienti dalla CEV (Europa), dalla CSV (Sudamerica), dalla NORCECA (Nord-Centro America e Caraibi), dall'AVC (Asia) e dalla CAVB (Africa). Partecipano alla competizione anche delle squadre invitate discrezionalmente dalla FIVB, le cosiddette wild cards, in modo da portare il totale delle squadre partecipanti a 8.

La prima edizione si è disputata nel 1989, e la competizione venne riproposta ogni anno fino al 1992. Da allora non si è più giocata, fino alla riproposizione nel 2009, edizione che si è giocata a Doha, Qatar. Per quattro edizioni si giocò nella città qatariota, mentre dal 2013 (e almeno fino al 2015) la manifestazione si disputerà in Brasile.

Formato[modifica | modifica sorgente]

L'attuale formato del campionato mondiale per club, in vigore dall'edizione 2009, prevede la suddivisione delle otto squadre partecipanti in due gironi, A e B. Si qualificano per la fase successiva le prime due classificate di ogni girone, che si incroceranno in semifinale (la prima del girone A incontrerà la seconda del girone B, e il contrario). Le squadre qualificatesi terze e quarte nel girone iniziale saranno eliminate, e verranno tutte inserite nella classifica finale con il rango di quinte. Le vincitrici delle semifinali si contenderanno la vittoria finale, mentre le sconfitte si scontreranno per la finale 3º-4º posto.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La Coppa del Mondo per club venne istituita dalla FIVB nel 1989, come massima competizione per una squadra di club. Essa rappresentava, e rappresenta ancora oggi, l'unica opportunità per una squadra di club di partecipare ad una competizione a carattere mondiale.

La prima edizione si disputò in Italia, per la precisione a Parma, e vide la vittoria della squadra di casa. La seconda edizione confermò il trend iniziato l'anno prima: si giocò a Milano e a vincere fu la squadra meneghina. Si cambiò continente nel 1991, ma a trionfare furono ancora i colori azzurri, a São Paulo del Brasile si impose Ravenna, sconfiggendo in finale i padroni di casa. L'ultima edizione fu quella del 1992, che si giocò a Treviso, dove i padroni di casa vennero sconfitti dalla Volley Gonzaga Milano, alla sua seconda affermazione nel torneo.

Dopo solo quattro edizioni la competizione venne cancellata, vedendo nell'albo d'oro solo vittorie di squadre italiane. La FIVB decise di ripristinare il Mondiale per club nel 2009, dopo ben 17 anni d'assenza[1]. La sede è stata trovata in Doha, capitale del Qatar, dopo la rinuncia del Dubai. Per la prima volta si è deciso di introdurre la Golden Formula[2], una modalità di gioco già utilizzata da diversi anni in Qatar. Questa regola prevedeva che il primo attacco di ogni squadra venga effettuato solo da seconda linea. Nelle intenzioni degli organizzatori questa novità dovrebbe rendere più lunghe ed entusiasmanti le azioni di gioco. Nonostante la lunga assenza dai calendari pallavolistici internazionale, il torneo si concluse da dove era ricominciato, cioè con la vittoria di una formazione italiana, in questo caso la Trentino Volley[3]. Durante la manifestazione è stato reso noto che anche le prossime edizioni del torneo si sarebbero disputate in Qatar.

Nell'edizione del 2010 venne abbandonata la Golden Formula, che in un summit di tecnici non incontrò i favori degli addetti al lavoro. Con le regole della pallavolo tradizionale la Trentino Volley si riconfermò campione per la seconda volta consecutiva. La formazione trentina si impose anche nelle edizioni successive, diventando la squadra con più vittorie all'attivo, per di più consecutive.

Nell'aprile del 2013 la FIVB apportò due importanti novità alla competizione per le successive tre edizioni (fino, cioè, al 2015): la prima è il cambio di sede dal Qatar ad una città del Brasile; la seconda è lo spostamento del torneo al mese di maggio a partire dall'edizione 2014, al termine, quindi, di tutte le competizioni nazionali e continentali per club. Tali novità sono in comune con la Coppa del Mondo per club di pallavolo femminile, che invece dal 2013 si disputa nella città svizzera di Zurigo[4].

La prima edizione "brasiliana" vide la vittoria della squadra di casa, il Sada Cruzeiro vice-campione in carica, che interruppe la striscia di vittorie consecutive delle squadre italiane. Il torneo tornò in Europa l'anno successivo, con la vittoria della formazione russa del Belogorie Belgorod.

Albo d'oro[modifica | modifica sorgente]

Edizione Podio
Anno Sede Finali Campione Seconda Terza
1989
Dettagli
Italia Parma Italia Pallavolo Parma URSS CSKA Mosca Brasile Clube Atlético Pirelli
1990
Dettagli
Italia Milano Italia Gonzaga Milano Brasile EC Banespa Italia Pallavolo Parma
1991
Dettagli
Brasile São Paulo Italia Porto Ravenna Brasile EC Banespa Italia Gonzaga Milano
1992
Dettagli
Italia Treviso Italia Gonzaga Milano Italia Sisley Treviso Grecia Olympiakos
Tra il 1993 e il 2008 il torneo non venne disputato
2009
Dettagli
Qatar Doha Italia Trentino Volley Polonia Skra Bełchatów Russia Zenit Kazan
2010
Dettagli
Qatar Doha Italia Trentino Volley Polonia Skra Bełchatów Iran Payakan Teheran
2011
Dettagli
Qatar Doha Italia Trentino Volley Polonia Jastrzębski Węgiel Russia Zenit Kazan
2012
Dettagli
Qatar Doha Italia Trentino Volley Brasile Sada Cruzeiro Polonia Skra Bełchatów
2013
Dettagli
Brasile Betim Brasile Sada Cruzeiro Russia VKL Novosibirsk Italia Trentino Volley
2014
Dettagli
Brasile Belo Horizonte Russia VK Belogor'e Qatar Al-Rayyan SC Argentina UPCN San Juan
2015
Dettagli
Brasile Brasile Prossima edizione

Medagliere per squadra[modifica | modifica sorgente]

Pos. Squadra 1º posto 2º posto 3º posto Totale
1 Italia Trentino Volley 4 - 1 5
2 Italia Gonzaga Milano 2 - 1 3
3 Brasile Sada Cruzeiro 1 1 - 2
4 Italia Pallavolo Parma 1 - 1 2
5 Italia Porto Ravenna 1 - - 1
Russia VK Belogor'e 1 - - 1
7 Polonia Skra Bełchatów - 2 1 3
8 Brasile EC Banespa - 2 - 2
9 URSS CSKA Mosca - 1 - 1
Italia Sisley Treviso - 1 - 1
Polonia Jastrzębski Węgiel - 1 - 1
Russia VKL Novosibirsk - 1 - 1
Qatar Al-Rayyan SC - 1 - 1
14 Russia Zenit Kazan - - 2 2
15 Brasile Clube Atlético Pirelli - - 1 1
Grecia Olympiakos - - 1 1
Iran Payakan Teheran - - 1 1
Argentina UPCN San Juan - - 1 1

Medagliere per nazione[modifica | modifica sorgente]

Pos. Nazione 1º posto 2º posto 3º posto Totale
1 Italia Italia 8 1 3 12
2 Brasile Brasile 1 3 1 5
3 Russia Russia 1 1 2 4
4 Polonia Polonia - 3 1 4
5 URSS URSS - 1 - 1
Qatar Qatar - 1 - 1
7 Grecia Grecia - - 1 1
Iran Iran - - 1 1
Argentina Argentina - - 1 1

Medagliere per confederazione[modifica | modifica sorgente]

Pos. Confederazione Continente 1º posto 2º posto 3º posto Totale
1 CEV Europa 9 6 7 22
2 CSV Sudamerica 1 3 2 6
3 AVC Asia - 1 1 2
4 CAV Africa - - - 0
NORCECA Nordamerica - - - 0

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ FIVB Men’s Club World Championship returns after 17-year hiatus. URL consultato il 13-08-2009.
  2. ^ Doha Club World Cup to incorporate Golden Formula. URL consultato il 13-08-2009.
  3. ^ Trentino BetClic Campione del Mondo!. URL consultato il 09-11-2009.
  4. ^ Switzerland & Brazil to host FIVB Club World Championships.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

pallavolo Portale Pallavolo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pallavolo