Coppa dei Campioni afro-asiatica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Coppa dei Campioni afro-asiatica
Sport Football pictogram.svg Calcio
Tipo Club
Federazione AFC - CAF
Cadenza Annuale
Partecipanti Campioni d'Asia e d'Africa
Formula finale di andata e ritorno
Storia
Fondazione 1986
Soppressione 1999

La Coppa dei Campioni afro-asiatica (uffic. Afro-Asian Club Championship), detta anche Coppa Intercontinentale Africa-Asia o, più semplicemente, Coppa afro-asiatica, era un trofeo che vedeva contrapposte le formazioni vincitrici della Coppa dei Campioni d'Asia e della Coppa dei Campioni d'Africa.

La prima edizione fu disputata nel 1986 e si concluse con la vittoria dei sudcoreani dei Daewoo Royals. Il trofeo vide il predominio del calcio africano ed egiziano in particolare, grazie alle vittorie dell'Al-Zamalek del Cairo nel 1986 e 1997 e dell'Al-Ahly, sempre del Cairo, nel 1988.

La competizione fu soppressa a seguito dell'annullamento dell'ultima edizione programmata, quella del 1999, che nel giugno 2000 avrebbe dovuto vedere affrontarsi gli ivoriani dell'ASEC Mimosas di Abidjan e i giapponesi del Júbilo Iwata. La partita non si giocò a causa della rottura dei rapporti tra le confederazioni asiatica, AFC, ed africana, CAF. Motivo scatenante fu il voto favorevole all'assegnazione del campionato del mondo 2006 alla Germania piuttosto che al Marocco o al Sudafrica da parte dei rappresentanti asiatici.

Albo d'oro[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio