Copia anastatica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Le copie anastatiche sono riproduzioni, in bianco e nero o a colori, di libri rari, utilizzate in luogo degli originali perché non più disponibili o di difficile reperibilità.

Il volume prodotto è identico per contenuto a quello originale: possono cambiare formato e tipo di carta impiegata per la stampa. Anche le indicazioni tipografiche (luogo di stampa ecc.) sono quelle del volume che si riproduce, mentre le note editoriali relative al nuovo editore, sono poste a parte.

Sono anche chiamate ristampe anastatiche o reprint.

Tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Originariamente si trattava di una tecnica litografica. Con metodi fotografici veniva preparata una lastra in pietra naturale, poi sostituita man mano da altri supporti. Attualmente il sistema, sempre in formato immagine, è per lo più digitale.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]