Control-alt-canc

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Three-finger salute.svg

Control-alt-canc è una combinazione di tasti che si usa con una determinata funzione in alcuni diffusi sistemi operativi, solitamente per eseguire chiusure e riavvii in caso di problemi.

La funzione fu scritta dall'ingegnere di IBM David Bradley alla fine degli anni settanta per facilitare il suo lavoro quotidiano di sviluppo software: grazie a questa combinazione egli poteva, in caso di blocchi, riavviare il sistema senza doversi allontanare dalla tastiera. Bradley impiegò solo 5 minuti per scrivere la routine, che avrebbe dovuto rimanere segreta.[1] La combinazione venne resa famosa dalla Microsoft, a causa della nota instabilità di Windows. Come disse lo stesso Bradley:[2]

(EN)
« I may have invented Control-Alt-Delete, but Bill [Gates] made it famous »
(IT)
« Io posso aver inventato il Control-Alt-Canc, ma Bill [Gates] l'ha reso famoso. »
(David Bradley)

Secondo un'altra fonte, l'uomo responsabile di avere selezionato per primo la combinazione Control-Alt-Canc è stato Michael Donald Wise. Egli selezionò quella combinazione di tasti nel 1975, quando costruì il primo vero PC, lo Sphere 1, che precedette i PC IBM di sei anni.[3]

Oggi la combinazione ha diversi effetti, a seconda del sistema operativo.

MS-DOS[modifica | modifica sorgente]

In MS-DOS, così come in tutti i sistemi operativi che operano in modalità reale, la combinazione viene riconosciuta dal BIOS, che invia un messaggio di NMI al processore, causando nella maggior parte dei casi il riavvio del computer.

Windows (famiglia MS-DOS)[modifica | modifica sorgente]

Nei sistemi Windows basati sul DOS (Windows 3.x, Windows 95, Windows 98 e Windows ME), la combinazione viene identificata dai driver della tastiera di Windows. L'azione intrapresa dal sistema dipende dal valore impostato del flag LocalReboot del file system.ini.

  • Se il comando LocalReboot è impostato su Off il sistema si riavvia direttamente;
  • Se il comando LocalReboot è impostato su On, in Windows 3.x appare una schermata blu da cui l'utente può scegliere se terminare l'operazione corrente premendo Invio oppure premere nuovamente Control-Alt-Canc per riavviare il sistema, mentre in Windows 95, Windows 98, e Windows ME viene aperta una finestra con l'elenco dei processi, in cui è possibile terminarli selezionandoli singolarmente, e un'ulteriore pressione della combinazione comporta il riavvio del sistema.

Windows (famiglia NT)[modifica | modifica sorgente]

In Windows NT, Windows 2000, Windows XP, Windows Vista, Windows 7 e Windows 8 la combinazione di tasti è riconosciuta dal processo Winlogon.exe, che nel caso in cui la macchina si inserita in un dominio risponde avviando uno specifico menu che permette di eseguire alcune operazioni, come ad esempio la disconnessione, il blocco del computer, il cambio della password, ecc... In caso contrario viene eseguita solo l'applicazione Task Manager, dalla quale è possibile terminare singole applicazioni e processi e controllare prestazioni e utilizzo delle risorse del computer. L'avvio del solo Task Manager è possibile anche premendo Ctrl+ Shift+Esc (anche in caso di computer inserito in un dominio).

La struttura di Windows NT (e derivati) prevede che la combinazione sia individuata direttamente dal kernel e segnalata solo a Winlogon.exe, un processo di sistema. In questo modo l'utente che utilizza la combinazione è certo che sia proprio il sistema operativo a rispondere, non programmi di terzi. In questo modo la combinazione diventa la secure attention key di Windows, cioè il sistema che garantisce all'utente la sicurezza che, al momento del login di Windows, nessun programma sia in grado di rilevare la password inserita.

Il sistema garantisce anche che nessun programma sia in grado di impedire l'apertura del Task Manager, in quanto nessun programma è in grado di intercettare la combinazione nel tempo che trascorre tra la digitazione di Ctrl-Alt-Canc e l'apertura del Task Manager.

Come ultima conseguenza, l'amministratore può negare agli utenti che non hanno accesso ai comandi fisici di alimentazione e di reset la possibilità di spegnere o riavviare il computer.

Linux[modifica | modifica sorgente]

In Linux il comportamento in risposta alla combinazione non è predefinito e dipende dalle impostazioni di installazione. In assenza di istruzioni la combinazione può riavviare il sistema, tuttavia più frequentemente avvia un processo definito dall'amministratore, come la schermata di chiusura.

Per riavviare forzatamente un sistema Linux, occorre premere una sequenza di tasti denominata Magic Sys Req, composta da Ctrl+Alt+R Sist+B o da Alt+R Sist+B.[4]

Linux può anche essere impostato per ignorare la combinazione, ossia non fare nulla quando essa viene digitata.[5]

Mac OS X[modifica | modifica sorgente]

In Mac OS X la combinazione: Cmd+Alt+Esc fa apparire la finestra di dialogo "Forza chiusura applicazioni".

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ David Bradley spiega la combinazione CTRL-ALT-DEL, YouTube. URL consultato l'08/12/2012.
  2. ^ Ctrl-Alt-Del inventor makes final reboot, University of Dayton, 29/01/2004. URL consultato l'08/12/2012.
  3. ^ A-Systems Company Information, A-Systems.
  4. ^ Informazioni sulla combinazione di tasti per Linux Magic System Request Key, Kernel.org, 28/01/2001. URL consultato il 25/05/2013.
  5. ^ Informazioni sulle combinazioni di tasti Magic SysRq Key, LinuxHowtos.org. URL consultato il 25/05/2013.