Contratto a titolo gratuito

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il contratto a titolo gratuito è quel contratto nel quale una parte ottiene un vantaggio senza affrontare alcun sacrificio patrimoniale, che è sopportato unicamente dall'altra o da altre parti. Esso, pertanto, si contrappone al contratto a titolo oneroso, che comporta sacrifici patrimoniali in capo a tutte le parti.

Esempi di contratto a titolo gratuito sono il deposito gratuito, il comodato e la donazione laddove, come in Italia, ha natura contrattuale. Il concetto di contratto a titolo gratuito non coincide con quello di contratto unilaterale, inteso quale contratto che fa sorgere obbligazioni in capo solo ad una o ad alcune delle parti: il mutuo oneroso, ad esempio, non fa sorgere obbligazioni in capo ad una delle parti, il mutuante, ed è quindi contratto unilaterale, ma comporta sacrifici patrimoniali in capo sia al mutuatario (il pagamento degli interessi), sia al mutante (la privazione della disponibilità di quanto prestato fino alla restituzione), sicché non lo si può consoderare contratto a titolo gratuito.

I contratti a titolo gratuito sono caratterizzati, nella maggior parte dei casi, dalla causa di liberalità.

Diritto Portale Diritto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Diritto