Contratto "chiavi in mano"

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Nell'edilizia l'espressione "chiavi in mano" sta a significare che l'imprenditore (l'appaltatore) si impegna nei confronti del cliente (committente) a fornire tutte le prestazioni necessarie affinché l'opera sia ultimata, completa e pronta per l'uso e/o suo esercizio. Es.: contratto "chiavi in mano" per l'acquisto di: - un negozio commerciale; - una casa di abitazione completa di mobili ed arredi.

Vantaggi per il cliente: 1) Conosce subito il prezzo finale del prodotto e quindi non avrà delle "sorprese" alla sua consegna; 2) Non deve occuparsi di nulla fino al momento della consegna del prodotto; 3) Può scegliere il prodotto e suoi contenuti sulla base di modelli, prototipi già realizzati o capitolati tecnici descrittivi pre-definiti e coerenti con le vigenti norme per il suo uso ed esercizio.

Svantaggi per il cliente: 1) Limitata possibilità di personalizzare il progetto in corso d'opera; 2) Rischio di pagare di più rispetto a un contratto con prezzi unitari.

Vantaggi per l'imprenditore: 1) Attrattiva dal punto di vista commerciale; 2) Nell'esercizio della sua attivita d'impresa generale può scegliere le ditte subappaltatrici (spesso sempre le stesse incaricate abitualmente) e stabilire con loro prezzi convenienti delle opere da eseguire sulla base di modelli, prototipi già realizzati o capitolati tecnici descrittivi pre-definiti.

Svantaggi per l'imprenditore: 1) Rischio, nell'esercizio d'impresa sviluppatrice del prodotto, che il consuntivo dei costi superi il preventivo; 2) Rischio di pagamento di penali a seguito del ritardo nella consegna del prodotto (Responsabilità del rispetto del programma lavori)