Contone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Contone
frazione
Contone – Stemma
Localizzazione
Stato Svizzera Svizzera
Cantone Wappen Tessin matt.svg Ticino
Distretto Locarno
Comune Gambarogno
Territorio
Coordinate 46°09′05″N 8°56′05″E / 46.151389°N 8.934722°E46.151389; 8.934722 (Contone)Coordinate: 46°09′05″N 8°56′05″E / 46.151389°N 8.934722°E46.151389; 8.934722 (Contone)
Altitudine 206 m s.l.m.
Superficie 2,26 km²
Abitanti 738
Densità 326,55 ab./km²
Altre informazioni
Lingue Italiano
Cod. postale 6594
Prefisso 091
Fuso orario UTC+1
Nome abitanti "maia scendra"= mangia cenere
Cartografia
Mappa di localizzazione: Svizzera
Contone
Contone – Mappa

1leftarrow.pngVoce principale: Gambarogno.

Contone (Contòn in dialetto ticinese) è un ex comune del Canton Ticino, che con gli ex comuni di Caviano, Gerra (Gambarogno), Indemini, Magadino, Piazzogna, San Nazzaro, Sant'Abbondio e Vira Gambarogno il 25 aprile 2010 si è fuso nel nuovo comune denominato Gambarogno[1].

Il patriziato[modifica | modifica wikitesto]

Ogni famiglia originaria del luogo fa parte del cosiddetto comune patriziale ed ha la responsabilità della manutenzione di ogni bene ricadente all'interno dei confini del comune.[2]

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Architettura religiosa[modifica | modifica wikitesto]

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Il Football Club Contone è iscritto alla Federazione ticinese di calcio; nel 2009 ha festeggiato i 90 anni d'esistenza.

Vigneti ai piedi del Monte Ceneri

Soprannome degli abitanti[modifica | modifica wikitesto]

Gli abitanti di Contone in dialetto sono chiamati "maia scendra" (mangia cenere), perché il comune è situato proprio ai piedi del Monte Ceneri.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Aggregazione nel nuovo comune di Gambarogno.
  2. ^ Annuario del Canton Ticino
  3. ^ Gilardoni, 1967, 305.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Siro Borrani, Il Ticino Sacro. Memorie religiose della Svizzera Italiana raccolte dal sacerdote Siro Borrani prevosto di Losone, Tip. e Libreria Cattolica di Giovanni Grassi, Lugano 1896.
  • Virgilio Gilardoni, Il Romanico. Catalogo dei monumenti nella Repubblica e Cantone del Ticino, La Vesconta, Casagrande S.A., Bellinzona 1967, 305, 334, 348, 370.
  • Guglielmo Buetti, Note Storiche Religiose delle Chiese e Parrocchie della Pieve di Locarno, (1902), e della Verzasca, Gambarogno, Valle Maggia e Ascona (1906), II edizione, Pedrazzini Edizioni, Locarno 1969.
  • Agostino Robertini, Silvano Toppi, Gian Piero Pedrazzi, Contone, in Il Comune, Edizioni Giornale del popolo, Lugano 1974, 179-192.
  • Bernhard Anderes, Guida d'Arte della Svizzera Italiana, Edizioni Trelingue, Porza-Lugano 1980, 147,149.
  • Adriano Caprioli, Antonio Rimoldi, Luciano Vaccaro (a cura di), Diocesi di Como, Editrice La Scuola, Brescia 1986, 84.
  • Giuseppe Chiesi, Fernando Zappa, Terre della Carvina. Storia e tradizioni dell'Alto Vedeggio, Armando Dadò, Locarno 1991, m 54, 225 n. 210, 232, 259, 269 n. 303, 398, 399, 406, 460; vertenza con Rivera 227-228.
  • Flavio Maggi, Patriziati e patrizi ticinesi, Pramo Edizioni, Viganello 1997.
  • Luciano Vaccaro, Giuseppe Chiesi, Fabrizio Panzera, Terre del Ticino. Diocesi di Lugano, Editrice La Scuola, Brescia 2003, 228, 229, 232, 256nota.
  • AA.VV., Guida d'arte della Svizzera italiana, Edizioni Casagrande, Bellinzona 2007, 51, 153.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


Frazioni di Gambarogno Stemma del Canton Ticino
Caviano | Contone | Gerra | Indemini | Magadino | Piazzogna | San Nazzaro | Sant'Abbondio | Vira (Gambarogno)
Locarno | Ticino | Svizzera
Ticino Portale Ticino: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Ticino