Conte di Winchilsea

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Coronet of a British Earl.svg
Conte di Winchilsea
Parìa Parìa d'Inghilterra
Data di creazione 12 luglio 1628
Creato da Carlo I d'Inghilterra
Primo detentore Elizabeth Finch, I contessa di Winchilsea
Attuale detentore Daniel James Hatfield Finch-Hatton, XVII conte di Winchilsea, XII conte di Nottingham
Trasmissione al primogenito maschio
Titoli sussidiari Conte di Nottingham (1681)
Predicato d'onore Right Honourable

Conte di Winchilsea (o Conte di Winchilsea e Nottingham), è un titolo ereditario della nobiltà inglese della parìa inglese.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Daniel Finch, VII conte di Winchilsea e II conte di Nottingham

Moyle Finch sposò Elizabeth Heneage, unica figlia di Sir Thomas Heneage (1533–1595), Vice-Chamberlain of the Household di Elisabetta I d'Inghilterra. Dopo la morte di sir Moyle nel 1614, l'8 luglio 1623 Elizabeth venne elevata al titolo di Viscontessa Maidstone, e il 12 luglio 1628 ottenne il titolo di Contessa di Winchilsea. Uno dei figli di Moyle Finch, sir Heneage Finch, fu speaker alla Camera dei Comuni e fu padre di Heneage Finch, il quale ottenne il titolo di Conte di Nottingham nel 1681.

Sir Moyle Finch, nel contempo, era stato succeduto nella sua baronìa dal figlio maggiore Theophilus, il quale però morì nel 1619 senza eredi, venendo succeduto dal suo fratello minore, Sir Thomas Finch, che ottenne il titolo di terzo baronetto. Quest'ultimo, nel 1634, succedette anche alla madre nel ruolo di conte di Winchilsea. Suo figlio, il terzo conte, supportò la restaurazione della monarchia e nel 1660 venne ricompensato con la creazione del titolo di Barone FitzHerbert di Eastwell, nella contea di Kent, nella parìa d'Inghilterra. Egli venne succeduto dal nopote, il quarto conte. Questi era figlio di William Finch, visconte Maidstone (1652–1672), figlio primogenito del terzo conte.

La baronìa di FitzHerbert si estinse per mancanza di eredi nel 1729 e fu così che negli altri titoli della casata succedette Daniel Finch, II conte di Nottingham che divenne anche VII conte di Winchilsea. Da allora i due titoli sono rimasti alla famiglia unitamente sino ai nostri giorni.

La sede della famiglia è Kirby Hall, presso Corby, nel Northamptonshire.

Baronetti Finch, di Eastwell (1611)[modifica | modifica wikitesto]

Conti di Winchilsea (1628) e di Nottingham (1681)[modifica | modifica wikitesto]

Conti di Nottingham (1681)[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Kidd, Charles, Williamson, David (editors). Debrett's Peerage and Baronetage (1990 edition). New York: St Martin's Press, 1990.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]