Conte di Airlie

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
conte di Airlie
Parìa Parìa di Scozia
Data di creazione 2 aprile 1639
Creato da Carlo I d'Inghilterra
Primo detentore James Ogilvy, VII signore Ogilvy di Airlie
Attuale detentore David Ogilvy, XIII conte
Cronologia 1639
Trasmissione primo erede maschio del conte in carica
Titoli sussidiari Signore Ogilvy di Airlie e signore Ogilvy di Alyth e Lintrathen

Il titolo nobiliare di conte di Airlie venne creato nel 1639 da re Carlo I d'Inghilterra per James Ogilvy, settimo signore (lord) Ogilvy of Airlie (1586-1665) in aggiunta al titolo che già deteneva di signore Ogilvy di Alith e Lintrathen, già esistente dal 1491.

Storia famigliare[modifica | modifica sorgente]

La famiglia discende probabilmente da Gillebride, conte di Angus (vissuto attorno al 1150) che ricevette delle terre in dono da Guglielmo I di Scozia. Nel 1440 sir Walter Ogilvy, che era stato gran tesoriere di Scozia dal 1425 al 1431, costruì un castello presso Angus lasciando poi due figli viventi: il maggiore generò sir James Ogilvy (1430 circa-1504 circa), che nel 1491 divenne membro del Parlamento del Regno Unito, mentre il minore fu il progenitore dei conti di Findlater. Questo titolo, creato nel 1638, fu unito a quello di conte di Seafield nel 1711 e cadde poi in disuso nel 1811 alla morte dell'ultimo erede.

James Ogilvy, V signore Ogilvy di Airlie si trovò sulla scena politica durante il regno di Maria Stuarda e di suo figlio Giacomo I d'Inghilterra, trovandosi agli opposti con un parente con cui ebbe diversi scontri. Il primo Ogilvy ad essere creato conte fu James Ogilvy, VII signore Ogilvy di Airlie, per grazia di re Carlo I d'Inghilterra. James era da sempre un leale aiutante del re qualche anno dopo combatterà a fianco del sovrano nella battaglia di Kilsyth (15 agosto 1645). Uno dei motivi che forse spinsero James a combattere fu il fatto che suo figlio, James Ogilvy, II conte di Airlie (1615 circa-1704 circa), era stato preso prigioniero dagli scozzesi e la vittoria riportata permise il suo rilascio.

Il secondo conte era un leale realista come il padre e combatté strenuamente contro Oliver Cromwell: venne di nuovo catturato e portato alla Torre di Londra dove rimase per quasi tutto il dominio dei repubblicani. Al ritorno della monarchia si schierò con Carlo II d'Inghilterra, con Giacomo II d'Inghilterra ed incredibilmente anche con Guglielmo III d'Inghilterra.

James Ogilvy, IV conte Ogilvy di Airlie (morto nel 1731) si oppose al regime degli Orange e partecipò nel 1715 all'Insurrezione giacobita, volta a rimettere sul trono il deposto Giacomo II d'Inghilterra. la ribellione non ebbe successo e a James vennero revocati beni e privilegi e solo nel 1725 ne ritornò in possesso dopo essere stato perdonato.

Vent'anni dopo David Ogilvy, VI conte Ogilvy di Airlie si unì anch'egli alla causa degli Stuart combattendo gli orangisti nella battaglia di Culloden, ma la casa di Hannover vinse, costringendolo a fuggire in Norvegia e poi in Francia dove prestò servizio militare. Nel 1775 gli venne concesso il perdono reale e nel 1803 morì lasciando il titolo al figlio David che morì però nel 1812 senza lasciare eredi.

Le varie confische di beni e titolo che avevano colpito la famiglia avevano fatto sì che David e i suoi due successori fossero conti de jure e questo costituì un problema per David Ogilvy, il figlio di un cugino, che reclamava il titolo asserendo che la confisca del titolo non colpiva lui che era di un altro ramo della famiglia. La questione fu ampiamente dibattuta e nel 1826 le confische furono abrogate e David ottenne il titolo di conte. Suo figlio David Graham fu un rappresentante dei pari di Scozia per oltre 25 anni ed il figlio di questi, David Stanley servì in Egitto morendo poi nella guerra boera nel giugno del 1900. Suo figlio David Lyulph divenne il padre dell'attuale conte.

Tra i personaggi femminili della famiglia si ricordano Marion Ogilvy (1495 circa-1575) che fu l'amante del cardinale David Beaton, prelato assai vicino a Giacomo V di Scozia e lady Blanche Ogilvy, madre di Clementine Hozier destinata a diventare la moglie di Winston Churchill.


Signori Ogilvy di Airlie (1491)[modifica | modifica sorgente]

  • James Ogilvy, I signore Ogilvy di Airlie (1430-1504)
  • John Ogilvy, II signore Ogilvy di Airlie
  • James Ogilvy, III signore Ogilvy di Airlie
  • James Ogilvy, IV signore Ogilvy di Airlie (morto 1549)
  • James Ogilvy, V signore Ogilvy di Airlie (morto nel 1606)
  • James Ogilvy, VI signore Ogilvy di Airlie (morto nel 1617)
  • James Ogilvy, VII signore Ogilvy di Airlie (1585-1665) creato I conte di Airlie

Conti di Airlie (1639)[modifica | modifica sorgente]

Attualmente l'erede è David John Ogilvy (1958).