Conte Grande (transatlantico)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Conte Grande
CONTE-GRANDE.jpg
Descrizione generale
Flag of Italy (1861-1946).svg US Naval Jack 48 stars.svg Civil Ensign of Italy.svg
Tipo nave di linea
Costruttori Stabilimento Tecnico Triestino
Cantiere Trieste, Italia
Varata 29 giugno 1927
Entrata in servizio 13 aprile 1928
Destino finale demolita dal 1962
Caratteristiche generali
Stazza lorda 24.416 tsl
Lunghezza 198,4 m
Larghezza 23,2 m
Pescaggio 7,9 m
Propulsione Vapore:
Velocità 20 nodi  (37 km/h)
Equipaggio 459
Passeggeri 1.750
Armamento
Armamento durante la II G. M.:

[senza fonte]

voci di navi presenti su Wikipedia

Il Conte Grande è stato un transatlantico di linea italiano costruito a Trieste dallo Stabilimento Tecnico Triestino per conto del Lloyd Sabaudo. La nave aveva lo scafo che presentava una prua dritta, due alberi e due fumaioli. Dal 1942 al 1945, come preda bellica prestò servizio nella United States Navy, con il nome di USS Monticello (AP-61).

Primi anni di servizio[modifica | modifica wikitesto]

Varato il 29 giugno 1927 effettuò il viaggio inaugurale il 13 aprile 1928 sulla linea Genova - Napoli - New York.

Nel 1932 il Lloyd Sabaudo confluì nella nuova società Italia Flotte Riunite apportandovi, oltre ad altre navi, anche il "Conte Grande" che venne destinato al servizio di linea con il Sud America.

Nel 1937 con la riorganizzazione della navigazione civile venne la società "Italia Flotte Riunite" entrò a far parte di Italia - Società di Navigazione, continuando ad essere impiegato sulle rotte dirette in America meridionale.

USS Monticello (AP-61)[modifica | modifica wikitesto]

All'entrata in guerra dell'Italia nella seconda guerra mondiale si trovava all'ancora nel porto di Rio de Janeiro.

La nave sotto bandiera americana

La nave venne posta sotto sequestro e l'equipaggio internato dalle autorità brasiliane che il 16 aprile 1942 rivendettero la nave agli USA. La nave ribattezzata "Monticello" e trasformata in trasporto truppe. I lavori di riconversione vennero effettuati nei cantieri di Filadelfia e al termine la nave poteva alloggiare fino a settemila uomini. La nave venne armata con un cannone da 127/38mm[1] e 6 cannoni da 76/50mm[2] antinave e antiaereei. Al termine dei lavori la nave entro in servizio nella US Navy il 10 settembre dello stesso anno.

Sotto la bandiera americana la nave prese parte all'invasione del Nord Africa denominata Operazione Torch con le truppe trasportate che vennero sbarcate a Casablanca. Successivamente al rientrò negli Stati Uniti venne destinata agli scenari del Pacifico dove venne utilizzata durante il 1943 e il 1944.

A partire dal 6 agosto 1945 venne destinato alla US Coast Guard fino al ritiro dal servizio, avvenuto il 22 marzo 1946 a Norfolk in Virginia.

Il ritorno all'Italia[modifica | modifica wikitesto]

Il Conte Grande dopo il ritorno all'Italia

Nel 1947 la nave venne restituita all'Italia e ripreso il nome "Conte Grande" dopo lavori di riallestimento venne nuovamente destinata alla linea del Sudamerica sino al 1960. Nel dicembre di quell'anno venne ceduta al servizio del Lloyd Triestino.

Nel 1962 la nave venne avviata alla demolizione. Il "Conte Grande" condivise la stessa sorte del gemello Conte Biancamano che trovandosi a Panamá all'entrata in guerra dell'Italia servi nella US Navy come nave da trasporto con il nome Hermitage per tornare sotto bandiera italiana al termine del conflitto.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 5"/38 caliber dual purpose gun
  2. ^ 3"/50 caliber dual purpose gun

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]