Consiglio di Stato della Repubblica di Finlandia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Finlandia

Questa voce è parte della serie:
Politica della Finlandia








Altri stati · Atlante

Il Consiglio di Stato della Finlandia (in finlandese Valtioneuvosto, svedese Statsrådet) è il gabinetto che dirige il governo della Finlandia.

Nel 1918, dopo l'indipendenza della Finlandia, il Gabinetto, che nel Granducato di Finlandia era stato chiamato Senato della Finlandia, fu riorganizzato e rinominato come Consiglio di Stato. Uno dei principali obiettivi della riforma era quello di separare il potere giudiziario dal potere esecutivo.

Secondo la recente revisione della Costituzione della Finlandia (a partire dal 2000), il potere sulla politica estera è detenuto dal Presidente della Repubblica, come in Francia, anche se con una definizione molto ristretta di politica estera che esclude un'influenza oltre la preparazioni delle decisioni in seno all'Unione europea. I trattati internazionali e la dichiarazione di guerra sono decisi del Parlamento.

Con la costituzione del 2000, la Finlandia, de jure aderisce ai principi del parlamentarismo, anche se di fatto dal momento che tutti i presidenti da Kyösti Kallio in poi (1936-1940) hanno scelto di nominare Gabinetti tollerati o sostenuti da maggioranze parlamentari.

Le materie entro l'autorità del Consiglio dei ministri sono decise a riunioni plenarie, con un quorum di cinque ministri presenti, nel caso di questioni di vasta importanza o questioni che sono importanti per ragioni di principio. Le meno importanti sono decise all'interno dei rispettivi ministeri.

Le materia entro l'autorità del presidente sono decise a riunioni plenarie del Consiglio dei ministri, con l'eccezione delle nomine, il perdono, e la convocazione di elezioni straordinarie.

Composizione[modifica | modifica sorgente]

Il Consiglio di Stato è guidato dal Primo Ministro, egli è dotato Dell'Ufficio del Primo Ministro; ente che è responsabile per il Primo Ministro del monitoraggio, l'assistenza e la gestione nel controllo del suo governo. Il Gabinetto del Primo Ministro è responsabile per la politica di coordinazione e discussione e di sviluppo della UE della Finlandia. Il Primo Ministro in tutte le circostanze è responsabile dell'attivita del governo.

Il Presidente della Repubblica nomina il Primo ministro del gabinetto. I Ministri nominati devono essere moralmente integri ed essere cittadini finlandesi. Il primo Ministro e i ministri sono responsabili delle loro le attività ufficiali di fronte al parlamento, i ministri e il governo deve godere della fiducia del Parlamento. La Finlandia attualmente dispone di 12 ministeri. Essi sono responsabili della preparazione della legislazione di competenza e il Consiglio di Stato decide in merito alla preparazione degli ordini del giorno.

Palazzo del Senato sede del Consiglio di Stato
  1. Ufficio del Primo ministro
  2. Ministero degli Affari Esteri
  3. Ministero della Giustizia
  4. Ministero degli Affari Interni
  5. Ministero della Difesa
  6. Ministero delle Finanze
  7. Ministero della Pubblica Istruzione
  8. Ministero delle Politiche Agricole e Forestali
  9. Ministero dei Trasporti e delle comunicazioni
  10. Ministero degli Affari sociali e della Sanità
  11. Ministero del Lavoro ed Economia
  12. Ministero dell'Ambiente

Il Consiglio di Stato, può anche avere anche più di dodici ministeri. In parte questo è dovuto alla distribuzione dei ministeri spettatanti ai partiti che sostengono il governo.

Consiglio di Stato attuale[modifica | modifica sorgente]

L'attuale Consiglio di Stato, il 70º ad essere formato dall'indipendenza della Finlandia, è stato nominato dal presidente Tarja Halonen il 19 aprile 2007. L'attuale Consiglio di Stato è una coalizione composta da Partito di Centro (Kesk), la Partito della Coalizione Nazionale (KOK), la Lega verde (VIHR), e il Partito Popolare Svedese (SFP). Ci sono 12 donne e 8 uomini per quanto riguarda il Gabinetto, il che rende il primo gabinetto nella storia finlandese con la maggioranza di sesso femminile. L'attuale gabinetto ha anche più ministri di uno qualsiasi dei suoi predecessori, ha 20 ministri, mentre l'ex gabinetto aveva 18.

Il Cancelliere di giustizia ex officio, è un membro, senza diritto di voto, del Consiglio di Stato.

Posizione Ministero Partito
Primo Ministro Matti Vanhanen Partito di Centro
Ministero delle Finanze, Vice Primo Ministro Jyrki Katainen Partito della Coalizione Nazionale
Ministero degli Affari Esteri Alexander Stubb Partito della Coalizione Nazionale
Ministero per il Commercio Estero e lo Sviluppo Paavo Väyrynen Partito di Centro
Ministero della Giustizia Tuija Brax Lega Verde
Ministero degli Interni Anne Holmlund Partito della Coalizione Nazionale
Ministero dell'Immigrazione e degli Affari Europei Astrid Thors Partito Popolare Svedese
Ministero della Difesa Jyri Häkämies Partito della Coalizione Nazionale
Ministero della Pubblica Amministrazione e del Governo Locale Mari Kiviniemi Partito di Centro
Ministero dell'Educazione Henna Virkkunen Partito della Coalizione Nazionale
Ministero Della Cultura e dello Sport Stefan Wallin Partito Popolare Svedese
Ministero delle Politiche Agricole e Forestali Sirkka-Liisa Anttila Partito di Centro
Ministero dei Trasporto Anu Vehviläinen Partito di Centro
Ministero delle Comunicazioni Suvi Lindén Partito della Coalizione Nazionale
Ministero del Commercio e dell'Industria Mauri Pekkarinen Partito di Centro
Ministero degli Affari Sociali e della Sanità Liisa Hyssälä Partito di Centro
Ministero della Sanità e Servizi Sociali Paula Risikko Partito della Coalizione Nazionale
Ministero del Lavoro Anni Sinnemäki Lega Verde
Ministero dell'Ambiente Paula Lehtomäki Partito di Centro
Ministero dell'Abitazioni Jan Vapaavuori Partito della Coalizione Nazionale

Lista dei Consigli di Stato dall'Indipendenza[modifica | modifica sorgente]

# Governo Durata Tipo di governo Parlamentari
1. Governo Svinhufvud I 27 novembre 1917 - 27 maggio 1918 Maggioranza 103/200
2. Governo Paasikivi I 27 maggio 1918 - 27 novembre 1918 Maggioranza 103/200
3. Governo Ingman I 27 novembre 1918 - 17 aprile 1919 Maggioranza[1] 77/200 o 77/108
4. Governo Kaarlo Castrén 17 aprile 1919 - 15 agosto 1919 Minoranza 90/200
5. Governo Vennola I 15 agosto 1919 - 15 marzo 1920 Minoranza 68/200
6. Governo Erich 15 marzo 1920 - 9 aprile 1921 Maggioranza 118/200
7. Governo Vennola II 9 aprile 1921 - 2 giugno 1922 Maggioranza 68/200
8. Governo Cajander I 2 giugno 1922 - 14 novembre 1922 Servizio civile
9. Governo Kallio I 14 novembre 1922 - 18 gennaio 1924 Minoranza 60/200
10. Governo Cajander II 18 gennaio 1924 - 31 maggio 1924 Servizio Civile
11. Governo Ingman II 31 maggio 1924 - 31 marzo 1925 Maggioranza 122/200
12. Governo Tulenheimo 31 marzo 1925 - 31 dicembre 1925 Minoranza 82/200
13. Governo Kallio II 31 dicembre 1925 - 13 dicembre 1926 Minoranza 82/200
14. Governo Tanner 13 dicembre 1926 - 17 dicembre 1927 Minoranza 60/200
15. Governo Sunila I 17 dicembre 1927 - 22 dicembre 1928 Minoranza 52/100
16. Governo Manner 22 dicembre 1928 - 16 agosto 1929 Minoranza 10/200
17. Governo Kallio III 16 agosto 1929 - 4 luglio 1930 Maggioranza 60/200
18. Governo Svinhufvud II 4 luglio 1930 - 21 marzo 1931 Maggioranza 132/200
19. Governo Sunila II 21 marzo 1931 - 14 dicembre 1932 Maggioranza 132/200
20. Governo Kivimäki 14 dicembre 1932 - 7 ottobre 1936 Minoranza 85/200
21. Governo Kallio IV 7 ottobre 1936 - 12 marzo 1937 Minoranza 60/200
22. Governo Cajander III 12 marzo 1937 - 1 dicembre 1939 Maggioranza 164/200
23. Governo Ryti I 1 dicembre 1939 - 27 marzo 1940 Maggioranza 165/200
24. Governo Ryti II 27 marzo 1940 - 3 gennaio 1941 Maggioranza 190/200
25. Governo Rangell 3 gennaio 1941 - 5 marzo 1943 Maggioranza 198/200
26. Governo Linkomies 5 marzo 1943 - 8 agosto 1944 Maggioranza 190/200
27. Governo Hackzell 8 agosto 1944 - 21 settembre 1944 Maggioranza 190/200
28. Governo Urho Castrén 21 settembre 1944 - 17 novembre 1944 Maggioranza 190/200
29. Governo Paasikivi II 17 novembre 1944 - 17 aprile 1945 Maggioranza 165/200
30. Governo Paasikivi III 17 aprile 1945 - 26 marzo 1946 Maggioranza 171/200
31. Governo Pekkala 26 marzo 1946 - 29 luglio 1948 Maggioranza 162/200
32. Governo Fagerholm I 29 luglio 1948 - 17 marzo 1950 Minoranza 54/200
33. Governo Kekkonen I 17 marzo 1950 - 17 gennaio 1951 Minoranza 75/200
34. Governo Kekkonen II 17 gennaio 1951 - 20 settembre 1951 Maggioranza 129/200
35. Governo Kekkonen III 20 settembre 1951 - 9 luglio 1953 Maggioranza 119/200
36. Governo Kekkonen IV 9 luglio 1953 - 17 novembre 1953 Minoranza 66/200
37. Governo Tuomioja 17 novembre 1953 - 5 maggio 1954 Servizio Civile 53/200
38. Governo Törngren 5 maggio 1954 - 20 ottobre 1954 Maggioranza 120/200
39. Governo Kekkonen V 20 ottobre 1954 - 3 marzo 1956 Maggioranza 107/200
40. Governo Fagerholm II 3 marzo 1956 - 27 maggio 1957 Maggioranza 120/200
41. Governo Sukselainen I 27 maggio 1957 - 29 novembre 1957 Minoranza 79/200
42. Governo Von Fieandt 29 novembre 1957 - 26 aprile 1958 Servizio Civile
43. Governo Kuuskoski 26 aprile 1958 - 29 agosto 1958 Servizio Civile
44. Governo Fagerholm III 29 agosto 1958 - 13 gennaio 1959 Maggioranza 152/200
45. Governo Sukselainen II 13 gennaio 1959 - 14 luglio 1961 Minoranza 62/200
46. Governo Miettunen I 14 luglio 1961 - 13 aprile 1962 Minoranza 48/200
47. Governo Karjalainen I 13 aprile 1962 - 18 dicembre 1963 Maggioranza 114/200
48. Governo Lehto 18 dicembre 1963 - 12 settembre 1964 Servizio Civile
49. Governo Virolainen 12 settembre 1964 - 27 maggio 1966 Maggioranza 112/200
50. Governo Paasio I 27 maggio 1966 - 22 marzo 1968 Maggioranza 152/200
51. Governo Koivisto I 22 marzo 1968 - 14 maggio 1970 Maggioranza 164/200
52. Governo Aura I 14 maggio 1970 - 15 luglio 1970 Servizio Civile
53. Governo Karjalainen II 15 luglio 1970 - 29 ottobre 1971 Maggioranza 144/200
54. Governo Aura II 29 ottobre 1971 - 23 febbraio 1972 Servizio Civile
55. Governo Paasio 23 febbraio 1972 - 4 settembre 1972 Minoranza 55/200
56. Governo Sorsa I 4 settembre 1972 - 13 giugno 1975 Maggioranza 109/200
57. Governo Liinamaa 13 giugno 1975 - 30 novembre 1975 Servizio Civile
58. Governo Miettunen II 30 novembre 1975 - 29 settembre 1976 Maggioranza 152/200
59. Governo Miettunen III 29 settembre 1976 - 15 maggio 1977 Minoranza 58/200
60. Governo Sorsa II 15 maggio 1977 - 26 maggio 1979 Maggioranza 152/200
61. Governo Koivisto II 26 maggio 1979 - 19 febbraio 1982 Maggioranza 133/200
62. Governo Sorsa III 19 febbraio 1982 - 6 maggio 1983 Maggioranza 133/200 e 102/200
63. Governo Sorsa IV 6 maggio 1983 - 30 aprile 1987 Maggioranza 123/200
64. Governo Holker 30 aprile 1987 - 26 aprile 1991 Maggioranza 131/200
65. Governo Aho 26 aprile 1991 - 13 aprile 1995 Maggioranza 115/200
66. Governo Lipponen I 13 aprile 1995 - 15 aprile 1999 Maggioranza 145/200
67. Governo Lipponen II 15 aprile 1999 - 17 aprile 2003 Maggioranza 140/200 e 129/200
68. Governo Jäätteenmäki 17 aprile 2003 - 24 giugno 2003 Maggioranza 117/200
69. Governo Vanhanen I 24 giugno 2003 - 19 aprile 2007 Maggioranza 117/200
70. Governo Vanhanen II 19 aprile 2007 - 2010 Maggioranza 126/200
71. Governo Kiviniemi 2010 - 2011 - -
72. Governo Katainen 2011 - in carica - -

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Il governo Ingman è stato fondamentalmente un governo di minoranza (che aveva 77 deputati a favore), ma la guerra civile finlandese, il post-moncone del parlamento, si ha praticamente una netta maggioranza

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]