Cono stradale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Un cono stradale arancione

I coni stradali, detti anche coni segnaletici e cinesini, sono dei delimitatatori di spazio di forma conica, di colore rosso o rosso con strisce bianche, ma possono anche essere arancioni o di diversi colori, secondo la destinazione d'uso e fanno parte della segnaletica complementare.

Servono per la segnalazione di ostacoli, in particolare per deviare la circolazione in percorsi temporanei e alternativi alla normale circolazione se su strada. Possono essere usati in circuiti automobilistici per delimitare percorsi alternativi alla conformazione del circuito stesso o per creare degli slalom, sono usati anche nei test automobilistici, o anche nei percorsi a slalom per i pattini a rotelle e nel calcio e in altri sport qualora ve ne sia la necessità.

Vengono prodotti per rotostampaggio.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

Probabilmente il nome comune di cinesini deriva dalla somiglianza al cappello a cono di paglia, per parecchi decenni ampiamente usato nell'iconografia occidentale per rappresentare le persone cinesi[1].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Tale etimologia è citata, tra gli altri, dai vocabolari Treccani e Zingarelli. Secondo un'altra ipotesi non documentabile potrebbe derivare da cinetica, in quanto richiedono energia cinetica a chi li affronta, pertanto da cinesi per aggirare il cono deriverebbe la parola cinesino.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

trasporti Portale Trasporti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di trasporti