Connie Francis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Connie Francis
Connie Francis nel 1961
Connie Francis nel 1961
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Genere Musica leggera
Periodo di attività 1957 – in attività

Connie Francis, all'anagrafe Concetta Rosa Maria Franconero (Newark, 12 dicembre 1938), è una cantante statunitense di origini italiane.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È conosciuta soprattutto per i suoi successi Quando quando quando, Who's Sorry Now?, Where the Boys Are, Everybody's Somebody's Fool. Ma il grande lancio avvenne alcuni anni prima, nel 1959, con Stupid Cupid (incisa anche da Neil Sedaka, nello stesso periodo, ma Connie entrò prepotentemente nelle classifiche USA e salì fino al 14º posto, che in dischi venduti significa un paio di milioni), mentre i primi grandi successi in Italia sono rappresentati dalla sua versione di Chitarra Romana, di due anni più tardi, e sempre nel 1961, di Jealous of You, una versione in inglese de Il tango della gelosia. Per dare un'idea del successo di vendita italiano di quest'ultimo, basti pensare che ancora oggi a distanza di oltre 50 anni, è praticamente impossibile non imbattersi in almeno una copia di questo 45 giri ad ogni mercatino dell'antiquariato in piazza. Il successo italiano è durato per quasi tutti gli anni sessanta con brani come Mamma, Dammi la mano e corri, Notti di Spagna, Una notte così, La paloma fino a Regent's Park, che fece da sigla finale dello sceneggiato TV Melissa sul canale Nazionale.

Innumerevoli suoi brani di successo vennero importati dagli USA, tradotti e da lei reinterpretati in lingua italiana come Someone Else's Boy (Ti conquisterò), Baby Roo, Many Tears Ago, Where the Boys Are (Qualcuno mi aspetta), colonna sonora del suo film La spiaggia del desiderio prima in Italia per cinque settimane, Fly Me to the Moon (Portami con te) e tanti altri.

L'8 novembre 1974, dopo un'esibizione al Westbury Music Fair di New York, Connie Francis venne aggredita nel Motel dove soggiornava, violentata e soffocata quasi a morte dal peso di un materasso che l'aggressore (mai più rintracciato) le gettò sopra[1].

Nel 1977, a causa di un intervento chirurgico al naso, Connie perse completamente la voce; venne quindi sottoposta ad altri interventi ma anche quando si riappropriò della voce fu costretta a prendere lezioni di canto, cosa che non aveva mai fatto prima di allora. Tornò in studio di registrazione nel 1978 incidendo l'album Who's Happy Now? contenente una versione disco di Where the Boys Are. Seguirono altri due album: Comme ci, comme ça e I'm Me Again, ma al ritrovato successo seguì un'altra tragedia: nel 1981 muore tragicamente il fratello George Franconero jr. a cui era particolarmente legata, assassinato dai sicari della mafia americana. Tornata sulle scene ed ai concerti, deve anche fare i conti con una lunga malattia psicologica che la costringe al ritiro per altri quattro anni.

Tornò nel 1989 incidendo per la Malaco Records un doppio album di suoi successi reinterpretati e di alcuni classici degli anni 60, intitolato Where the Hits Are. Nel 1995 è la volta dell'album The Return Concert, un album live con le sue performance più recenti. Si è esibita fino a tutt'oggi, con alcuni sold out al Castro Theatre di San Francisco, ed è apparsa a fianco di Dionne Warwick all'Hilton Hotel di Las Vegas nello spettacolo Eric Floyd's Grand Divas of Stage.

Il 29 maggio 2010, Connie Francis è stata accolta con grande affetto dal pubblico a uno spettacolo svoltosi in occasione del 50º anniversario dell'uscita dell'unico film da lei interpretata, La spiaggia del desiderio, sulla Fort Lauderdale Beach, location dove venne girata la pellicola e dove la cantante è stata invitata a riproporre dal vivo il suo successo Where the Boys Are tratto dal film stesso.

Il Festival di Sanremo[modifica | modifica wikitesto]

In Italia ha partecipato al Festival di Sanremo 1965 con Ho bisogno di vederti cantata in abbinamento con Gigliola Cinquetti e al Festival di Sanremo 1967 con Canta ragazzina cantata in abbinamento con Bobby Solo.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

  • 1957 - The Majesty of Love
  • 1958 - Who's Sorry Now?
  • 1958 - I'm Sorry I Made You Cry
  • 1958 - Stupid Cupid
  • 1958 - Carolina Moon
  • 1958 - Fallin'
  • 1958 - I'll Get By
  • 1959 - My Happiness
  • 1959 - You Always Hurt the One You Love
  • 1959 - If I Didn't Care
  • 1959 - Lipstick on Your Collar
  • 1959 - Frankie
  • 1959 - You're Gonna Miss Me
  • 1959 - Plenty Good Lovin'
  • 1959 - Among My Souvenirs
  • 1959 - God Bless America
  • 1960 - Mama / Robot Man
  • 1960 - Everybody's Somebody's Fool - prima posizione nella Billboard Hot 100 per due settimane, in Australia per 3 settimane ed in Norvegia, terza in Olanda e quinta nel Regno unito
  • 1960 - Die Liebe ist ein seltsames Spiel la versione tedesca di Everybody Is Somebody's Fool - prima posizione in Germania per 2 settimane
  • 1960 - Jealous of You (Tango della gelosia)
  • 1960 - My Heart Has a Mind of Its Own - prima posizione nella Billboard Hot 100 per due settimane e terza nel Regno Unito
  • 1960 - Malaguena
  • 1960 - Many Tears Ago
  • 1960 - Senza Momma (With No One)
  • 1961 - Where the Boys Are
  • 1961 - No One
  • 1961 - Breakin' in a Brand New Broken Heart
  • 1961 - Together
  • 1961 - Too Many Rules
  • 1961 - (He's My) Dreamboat
  • 1961 - Hollywood
  • 1961 - When the Boy in Your Arms (Is the Boy in Your Heart)
  • 1961 - Baby's First Christmas
  • 1962 - Don't Break the Heart That Loves You Un desiderio folle nella versione italiana - prima posizione nella Billboard Hot 100 ed in Nuova Zelanda
  • 1962 - Second Hand Love
  • 1962 - Vacation
  • 1962 - The Biggest Sin of All
  • 1962 - I Was Such a Fool (To Fall In Love With You)
  • 1962 - He Thinks I Still Care
  • 1962 - I'm Gonna Be Warm This Winter
  • 1962 - Al di là
  • 1962 - Paradiso - prima posizione in Germania per due settimane
  • 1963 - Follow the Boys
  • 1963 - Waiting for Billy
  • 1963 - If My Pillow Could Talk
  • 1963 - Drownin' My Sorrows
  • 1963 - Per sempre con te/Ninna nanna per un bimbo
  • 1963 - Mala Femmena
  • 1963 - Your Other Love
  • 1963 - In the Summer of His Years
  • 1963 - Barcarole in der Nacht prima posizione in Germania per 4 settimane e settima in Olanda
  • 1964 - Blue Winter
  • 1964 - Be Anything (But Be Mine)
  • 1964 - Looking for Love
  • 1964 - Don't Ever Leave Me
  • 1964 - We Have Something More
  • 1965 - Whose Heart Are You Breaking Tonight
  • 1965 - For Mamma (La Mamma)
  • 1965 - Wishing It Was You
  • 1965 - My Child
  • 1965 - Forget Domani
  • 1965 - Roundabout
  • 1965 - Jealous Heart
  • 1966 - Love Is Me, Love Is You
  • 1966 - So Nice (Summer Samba)
  • 1966 - Spanish Nights and You
  • 1967 - Time Alone Will Tell
  • 1967 - My Heart Cries for You
  • 1967 - Lonely Again
  • 1968 - My World Is Slipping Away
  • 1968 - Who Can Say Goodbye (A Comme Amour)
  • 1968 - I Don't Wanna Play House
  • 1969 - The Wedding Cake
  • 1981 - I'm Me Again
  • 1982 - There's Still a Few Good Love Songs Left in Me

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Connie Francis, Who's Sorry Now?, St. Martin's Press, 1984, ISBN 0-312-87088-4.

Controllo di autorità VIAF: 64191680 LCCN: n84030227