Conidae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Conidae
Stożki2.jpg
Conidae spp.
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Lophotrochozoa
Phylum Mollusca
Classe Gastropoda
Sottoclasse Orthogastropoda
Superordine Caenogastropoda
Ordine Sorbeoconcha
Sottordine Hypsogastropoda
Infraordine Neogastropoda
Superfamiglia Conoidea
Famiglia Conidae
Linnaeus, 1758
Sottofamiglie

I Conidi (Conidae Linnaeus, 1758) sono una famiglia di molluschi gasteropodi marini.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

La caratteristica comune a tutte le specie della famiglia è la conchiglia affusolata, grossolanamente conica. Le dimensioni delle varie specie sono estremamente variabili, da pochi cm a oltre 20 cm. La colorazione è anch'essa molto variabile, talune specie hanno colori brillanti e pattern molto variegati.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Le specie di questa famiglia popolano i mari tropicali di tutto il mondo: circa il 70% di loro vivono nelle barriere coralline. Alcune specie si sono adattate ad ambienti temperati quali il mar Mediterraneo, la costa del Sudafrica, o le acque della California meridionale.

Sono animali bentonici, presenti dalla zona intertidale al piano infralitorale.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

I gasteropodi di questa famiglia sono dotati di un dardo o arpione velenoso, una struttura chitinosa differenziatasi da un dente della radula.
Questo arpione è usato per iniettare una tossina paralizzante nelle potenziali prede, in genere vermi marini ma anche piccoli pesci. La tossina di alcune specie (Conus geographus, Conus aulicus, Conus textile, Conus marmoreus), può essere pericolosa anche per l'uomo.

Tassonomia[modifica | modifica sorgente]

La famiglia comprende oltre 700 specie, raggruppate in 6 sottofamiglie:

 
 
 

Alcune specie[modifica | modifica sorgente]

Rapporti con l'uomo[modifica | modifica sorgente]

Dalla tossina di una specie di questa famiglia (Conus magus) si estrae lo ziconotide, un farmaco analgesico di efficacia paragonabile o superiore a quella della morfina.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

molluschi Portale Molluschi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di molluschi