Congregazione per l'educazione cattolica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Congregazione per l'educazione cattolica (degli istituti di studi)
Congregatio de institutione catholica (de studiorum institutis)
Emblem of the Holy See usual.svg
esprime e traduce in atto la sollecitudine della Sede Apostolica circa la promozione e l'ordinamento dell'educazione cattolica (Pastor Bonus, 112)
Eretto 1º dicembre 1915
Mutato nome 15 agosto 1967
Prefetto cardinale Zenon Grocholewski
Segretario arcivescovo Angelo Vincenzo Zani
Sottosegretario: presbitero Friedrich Bechina, F.S.O.
Emeriti arcivescovo Giuseppe Pittau
(segretario emerito)
Sede palazzo della Congregazioni, piazza Pio XII, 3 - 00193 Roma
Sito ufficiale www.vatican.va
dati catholic-hierarchy.org
Santa Sede · Chiesa cattolica
I Dicasteri della Curia Romana

La Congregazione per l'educazione cattolica (degli istituti di studi) - in lingua latina: Congregatio de institutione catholica (de studiorum institutis) è una delle nove congregazioni della Curia romana.

Cenni storici[modifica | modifica sorgente]

Anticamente, la vigilanza sui seminari era affidata alla Sacra congregazione concistoriale: a questa si affiancava la Congregatio pro Universitate Studii romani, istituita da papa Leone X per presiedere l'Università di Roma (La Sapienza); con la costituzione apostolica Immensa Aeterni Dei del 22 gennaio 1588, papa Sisto V estese la sua competenza a tutte le università del mondo cattolico e in particolare a quelle di fondazione ecclesiastica (Bologna, Parigi, Salamanca), ma questa congregazione scomparve gradualmente.

Nel 1824, papa Leone XII istituì la Congregatio studiorum, prima con lo scopo di soprintendere a tutte le scuole dello Stato Pontificio, poi, dal 1870 (quando lo Stato della Chiesa smise di esistere), le università pontificie: papa Benedetto XV, nel 1915, scorporò dalla Congregazione concistoriale la sezione relativa ai seminari e la fuse con la Congregazione degli Studi, dando vita alla Congregazione per i seminari e le Università degli Studi.

Con la costituzione apostolica Regimini Ecclesiae universae del 15 agosto 1967 papa Paolo VI le attribuì il nome di Congregazione per l'istruzione cattolica. Sotto il pontificato di Giovanni Paolo II, con la costituzione apostolica Pastor Bonus del 28 giugno 1988, ha assunto la denominazione di Congregazione per l'educazione cattolica (dei seminari e degli istituti di studi).

Papa Benedetto XVI le ha attribuito l'attuale nome con la lettera apostolica in forma di motu proprio Ministrorum institutio del 25 gennaio 2013, con la quale ha assegnato alla Congregazione per il clero la competenza sui seminari.

Funzioni[modifica | modifica sorgente]

La competenza di questo dicastero si estende sulle università pontificie, sulle università, le facoltà, gli istituti di educazione superiore, le scuole e gli istituti di formazione dipendenti da un'autorità ecclesiastica.

La Congregazione è attualmente costituita da 31 membri tra cardinali, arcivescovi e vescovi: il prefetto, nominato il 15 novembre 1999 da Giovanni Paolo II, è il cardinale polacco Zenon Grocholewski.

Cronotassi dei prefetti[modifica | modifica sorgente]

Cronotassi dei segretari[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]


Cattolicesimo Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cattolicesimo