Conflitto finale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Conflitto finale
Conflitto finale Screenshot.jpg
Il titolo di testa del film
Titolo originale The Final Conflict
Paese di produzione Gran Bretagna, USA
Anno 1981
Durata 108 min
Colore Colore
Audio sonoro
Genere orrore
Regia Graham Baker
Soggetto David Seltzer
Sceneggiatura Andrew Birkin
Fotografia Phil Meheux, Robert Paynter
Montaggio Alan Strachan
Musiche Jerry Goldsmith
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Conflitto finale (The Final Conflict) è un film del 1981, diretto dal regista Graham Baker, terzo capitolo facente parte della saga del presagio del regista Richard Donner. Il film è stato distribuito in DVD con il titolo Omen III - Conflitto finale.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

« Non vi sono prove, in effetti, che l'Anticristo, che ha acquisito in passato il terribile volto di Damien Thorn, sia morto. »
(parole di Padre DeCarlo, prete italiano)

Il Figlio di Satana Damien, ormai presidente delle industrie Thorn, saputa la previsione del secondo Avvento e dunque la nascita di Cristo in Inghilterra diviene nuovo Ambasciatore degli Stati Uniti a Londra. Inizia così la nuova strage degli innocenti ordinando ai suoi adepti di uccidere tutti i bambini nati dopo la mezzanotte del 23 marzo.

Muniti di libri sacri e dei sette pugnali ritrovati a Megiddo sette monaci italiani, capeggiati da padre De Carlo e partiti da Subiaco tenteranno di fermare Damien. I monaci muoiono per mano di Damien uno dopo l'altro fallendo nei loro tentativi di omicidio.

In seguito Damien intraprende una relazione con la giornalista Kate Reynolds plagiando nel frattempo il figlio di lei Peter portandolo dalla sua parte.

Gli infanti nati in quel fatidico giorno muoiono uno ad uno finché non ne rimane nessuno (Damien uccide anche il figlio del suo confidente più stretto e anche lui, in quanto si era ribellato a quella decisione, pur di compiere la sua missione).

De Carlo rivela però che il bambino si trova al sicuro in un monastero per far cadere Damien in trappola. Avendolo aggredito l'Anticristo usa come scudo umano il giovane Peter e si dirige alla ricerca del Cristo rinato. Scatenata l'ira della madre Kate che afferra il pugnale e lo ferisce a morte, Damien morirà ucciso a causa della ferita riportata. Egli morente sarà investito da un potente fascio di luce proveniente dal cielo. Nella luce si intravede la figura di Gesù Cristo richiamato dalle ultime forze di Damien. Le ultime parole della Bestia saranno: "Nazareno... tu non hai vinto... niente."

Viene infine rivelata la profezia: Cristo è tornato, ma non più sotto forma di infante, ma come Re dei re; terminando il film con la profezia del secondo Avvento, che porterà un'era di pace per l'umanità.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema