Conferenza di Genova

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La conferenza di Genova del 1922

La conferenza di Genova è stata un insieme di incontri tra potenze mondiali, con lo scopo di discutere gli assetti economici in seguito alla prima guerra mondiale.[1]

Ha avuto luogo nel capoluogo ligure dal 10 aprile 1922 al 19 maggio 1922, con la presenza totale di 34 paesi.

Il 6 gennaio 1922, il Consiglio Supremo degli Alleati in riunione presso Cannes aveva approvato una proposta di Lloyd George, primo ministro inglese, decidendo la convocazione a Genova di una conferenza economica internazionale. L'obiettivo di tale incontro sarebbe stato il discutere le misure per la ricostruzione europea in seguito alla prima guerra mondiale e i metodi di avvicinamento delle economie europee capitalistiche all'economia del blocco socialista capitanato dalla Repubblica Russa, che si sarebbe constituito nell'Unione Sovietica nel dicembre dello stesso anno.[1]

Su proposta delle banche centrali fu raccomandato il ritorno al gold standard che era stato lasciato cadere per stampare moneta durante il conflitto.

Sotto il gold bullion standard (standard dei lingotto d'oro), i cittadini della Gran Bretagna e di poche altre nazioni europee potevano scambiare le proprie banconote con barre d'oro.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b CNR, La Conferenza di Genova

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]