Concentrazione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati del termine, vedi Concentrazione (disambigua).
Esempi di soluzioni diluite e concentrate. La concentrazione è evidenziata qualitativamente dalla colorazione data dall'inchiostro.

La concentrazione di un componente in una miscela è una grandezza che esprime il rapporto tra la quantità del componente rispetto alla quantità totale di tutti i componenti della miscela (compreso il suddetto componente), o, in alcuni modi di esprimerla, del componente più abbondante.

Nel caso specifico di una soluzione (che è un tipo particolare di miscela), la concentrazione di un determinato soluto nella soluzione esprime il rapporto tra la quantità del soluto rispetto alla quantità totale di soluzione, o, in alcuni modi di esprimerla, del solo solvente (ad esempio molalità).

Quando la sostanza in esame ha una concentrazione molto elevata nella miscela, si parla in genere di purezza; se non è diversamente specificato, la purezza viene intesa come la percentuale in peso della sostanza in esame rispetto al peso totale della miscela. Ad esempio se un campione di 100 grammi di argento presenta una purezza del 99,9% vuol dire che tale campione contiene 99,9 grammi di argento e 0,1 grammi di altre sostanze (dette impurezze).

Modi per esprimere la concentrazione[modifica | modifica wikitesto]

Esistono diversi modi per esprimere la concentrazione di una soluzione, a seconda che ci si riferisca a misure di volume, di peso, o di mole del soluto, della soluzione o del solvente. Per indicare la concentrazione di una soluzione ci si può riferire a:

  • concentrazione in massa di un componente i è data dal rapporto tra la massa del componente i rispetto al volume della soluzione.[1]

Grandezze relative[modifica | modifica wikitesto]

Indica quanti grammi di soluto sono sciolti in 100g di soluzione.
Indica quanti grammi di soluto sono sciolti in 100 cm³ di soluzione
Indica quanti cm³ di un soluto liquido sono sciolti in 100 cm³ di soluzione
Indica quanti milligrammi di soluto sono sciolti in 1 dm³ di soluzione
Indica quante moli di soluto sono sciolte in 1 dm³ (1 L) di soluzione
Indica quante moli di soluto sono state aggiunte a 1000 grammi di solvente
Indica il rapporto tra quantità di sostanza di un componente della soluzione e quantità di sostanza totale. Può essere anche espressa come il rapporto tra la concentrazione molare del componente i rispetto alla densità molare della soluzione.[1]
  • La frazione in massa di un componente i è data dal rapporto tra la concentrazione in massa del componente i rispetto alla densità (di massa in questo caso) della soluzione.[1]

La concentrazione viene utilizzata nei calcoli relativi agli equilibri chimici e per ricavare svariate grandezze termodinamiche.

In alcuni casi (in particolare per sistemi che deviano dall'idealità) si rende necessario utilizzare il concetto di attività al posto della concentrazione.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Bird, op. cit., p. 506
  2. ^ Nel caso di soluzioni acquose (per cui la densità è prossima all'unità) si assimila la concentrazione in g/l a ‰

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]