Concavenator corcovatus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Concavenator
Concavenator corcovatus by Daniel Vidal 2012.png
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Reptilia
Superordine Dinosauria
Ordine Saurischia
Sottordine Theropoda
Infraordine Carnosauria
Famiglia Carcharodontosauridae
Genere Concavenator
Specie C. corcovatus

Il concavenator (Concavenator corcovatus) era un dinosauro carnivoro appartenente ai carnosauri. Visse nel Cretaceo inferiore (Barremiano, circa 130 milioni di anni fa) e i suoi resti fossili sono stati ritrovati in Spagna. È caratteristico per una "gobba" (o forse una vela) all'altezza del bacino.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Questo dinosauro è noto per uno scheletro quasi completo, ritrovato nel giacimento fossile di Las Hoyas. Lo scheletro ha permesso di ricostruire un dinosauro lungo circa 6 metri, dotato di alcune caratteristiche uniche. Due vertebre estremamente alte davanti al bacino formavano una cresta alta ma stretta e appuntita (che forse sosteneva una gobba). Un'altra struttura simile era posta appena dietro al bacino, ma era più bassa. Per il resto, l'aspetto di Concavenator era quello di un tipico carnosauro: lunghe zampe posteriori, zampe anteriori a tre dita e fornite di artigli, una testa grande ma leggera con denti aguzzi e una lunga coda.

Un altro aspetto insolito di Concavenator è dato dalla presenza, sull'ulna, di alcune strutture che sono state interpretate come zone di inserzione per penne; strutture simili, infatti, sono note solo in animali dotati di grandi penne sull'avambraccio. Nessun altro rivestimento tegumentario si è conservato sul braccio, anche se numerose impronte di scaglie si sono conservate nella parte inferiore della coda, nella parte superiore dei piedi (in questo caso erano simili alle grandi scaglie degli uccelli attuali) e nella parte inferiore delle dita, sotto forma di cuscinetti carnosi.

Ricostruzione di Concavenator mentre usa la "gobba" come termoregolatore.

Classificazione[modifica | modifica sorgente]

Concavenator, il cui nome significa "cacciatore di Cuenca dalla gobba", è stato descritto per la prima volta nel 2010. Malgrado le insolite caratteristiche, questo animale possedeva alcuni tratti (soprattutto nel cranio) tipici dei carcarodontosauridi, una famiglia di carnosauri che include alcuni fra i più grandi dinosauri carnivori, come Carcharodontosaurus e Giganotosaurus. All'interno della famiglia, sembra che Concavenator fosse una forma relativamente basale, forse affine a Eocarcharia, rinvenuto in Niger.

Paleobiologia[modifica | modifica sorgente]

Non è chiara la funzione della doppia "cresta" sul dorso di Concavenator. Alcuni paleontologi, come Roger Benson dell'Università di Cambridge, ritengono che queste strutture fossero analoghe alle creste craniche presenti in alcuni teropodi (come Dilophosaurus) e fossero utili nel riconoscimento intraspecifico. Gli scienziati spagnoli autori della prima descrizione, invece, ritengono plausibile una funzione termoregolatrice per le creste (Ortega et al., 2010). Le strutture simili a speroni presenti sull'avambraccio, invece, sono molto simili a quelle che si riscontrano nelle ossa degli uccelli e di altri teropodi piumati, come Velociraptor. Questi "speroni" sono creati da legamenti che si uniscono al follicolo della penna; poiché le scaglie non si formano da follicoli, gli autori dello studio ritengono implausibile che Concavenator possedesse lunghe scaglie sul braccio. Piuttosto, gli speroni probabilmente ancoravano semplici strutture cave simili a piume. Queste strutture sono note sia in celurosauri come Dilong, sia in dinosauri ornitischi come Tianyulong e Psittacosaurus. Se le "penne" degli ornitischi fossero omologhe a quelle degli uccelli, sarebbe plausibile la loro presenza anche in un allosauroide come Concavenator; se, invece, le strutture degli ornitischi non fossero correlate con quelle dei teropodi, allora le strutture di Concavenator indicherebbero che strutture simili a penne apparvero in forme più basali rispetto ai celurosauri. Piume o strutture simili apparvero almeno nel Giurassico medio (circa 170 milioni di anni fa), nel clade dei neotetanuri.

Controversie[modifica | modifica sorgente]

Molti esperti, tuttavia, ritengono che questi "speroni" sull'avambraccio non rappresentassero zone per l'inserimento di penne, anche se analisi dettagliate non sono ancora state pubblicate. In particolare Darren Naish, su Tetrapod Zoology, ha notato che gli speroni erano disposti in maniera irregolare e piuttosto distanziati l'uno dall'altro per essere strutture portanti delle penne. Lo stesso Naish, inoltre, ha fatto notare come molti animali abbiano strutture simili lungo le linee intramuscolari, che funzionano come punti d'inserzione dei tendini (Naish, 2010).

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) Ortega F., Escaso, F. and Sanz, J.L. (2010). "A bizarre, humped Carcharodontosauria (Theropoda) from the Lower Cretaceous of Spain." Nature, 467: 203-206. doi:10.1038/nature09181
  • (EN) Naish, D. (2010). Concavenator: an incredible allosauroid with a weird sail (or hump)... and proto-feathers? Tetrapod Zoology, September 9, 2010.