Compagnia (Beckett)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Compagnia
Titolo originale Company
Altri titoli Compagnie
Autore Samuel Beckett
1ª ed. originale 1979
1ª ed. italiana 1981
Genere novella
Lingua originale inglese

Compagnia è una novella di Samuel Beckett scritta in inglese e pubblicata da John Calder nel 1979 (poi inclusa nella raccolta Nohow On del 1989, insieme a Ill Seen Ill Said e Worstward Ho). In italiano è stata tradotta da Roberto Mussapi per Arte e pensiero di Firenze nel 1981 e per Jaca Book di Milano nel 1986; quindi da Gabriele Frasca nella raccolta In nessun modo ancora (Einaudi, 2008). La traduzione francese d'autore è uscita nel 1985 presso le Éditions de Minuit. James Knowlson la considera una delle opere a maggior carattere autobiografico dell'autore[1].

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Samuel Beckett, Company, Calder, London 1979
  • Samuel Beckett, Compagnie, Minuit, Paris 1985
  • Samuel Beckett, Compagnia, trad. Roberto Mussapi, Arte e pensiero, Firenze 1981
  • Samuel Beckett, Compagnia, trad. Roberto Mussapi, Jaca Book, Milano 1986
  • Samuel Beckett, Compagnia, trad. Gabriele Frasca, in In nessun modo ancora, Einaudi, Torino 2008

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ James Knowlson, Damned to Fame, Simon & Schuster, New York 1996, p. 574.
letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura