Commissario europeo per gli affari economici e monetari

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Unione europea

Flag of Europe.svg
Sistema politico dell'Unione europea


modifica

Categorie: Politica, Diritto
e Organizzazioni internazionali

Portale Europa - Progetto Europa

Il Commissario europeo per gli affari economici e monetari è un membro della Commissione europea responsabile per l'Unione degli affari finanziari e monetari, spesso combinati con altri simili incarichi. Attualmente tale incarico è ricoperto dal finlandese Jyrki Katainen.

Competenze[modifica | modifica wikitesto]

Questa posizione ha una granda importanza, dovuta all'impatto che l'Unione europea ha sul mondo dell'economia. Il Commissario è anche l'interlocutore naturale della Banca centrale europea.

È tuttavia fondamentale considerare che non è l'unico incarico del settore, dato che si occupano di questioni economiche anche i commissari europei alle imprese ed all'industria, al mercato interno ed ai servizi, alla concorrenza, al commercio, alla fiscalità ed all'unione doganale, alla programmazione finanziaria ed al bilancio, all'energia e alla politica dei consumatori.

Al Commissario per gli affari economici e monetari fa capo la Direzione Generale per gli affari economici e finanziari, attualmente diretta dall'italiano Marco Buti.

Modifiche[modifica | modifica wikitesto]

Sono state proposte idee da politici quali ad esempio Ségolène Royal i quali vorrebbero un governo economico per la zona euro; all'inizio della Commissione Barroso, la Germania proponeva un "super-Commissario" economico, la quale sembrava essere una soluzione possibile. Tuttavia l'idea venne abbandonata, anche se si decise di rafforzare i poteri del Commissario per le Imprese e l'Industria.

Il commissario attuale[modifica | modifica wikitesto]

Attualmente tale incarico è ricoperto dal finlandese Jyrki Katainen in carica dal 17 luglio 2014.

Cronologia[modifica | modifica wikitesto]

Commissario Commissione Mandato Incarico
Robert Marjolin (Francia) Commissione Hallstein I e Commissione Hallstein II 07/01/1958-09/01/1962 e 10/01/1962]-06/07/1967 Affari Economici e Monetari
Raymond Barre (Francia) Commissione Rey, Commissione Malfatti e Commissione Mansholt 07/07/1967-30/06/1970, 01/07/1970-21/03/1972 e 22/03/1972-05/01/1973 Affari Economici e Monetari
Wilhelm Haferkamp (Germania Ovest) Commissione Ortoli 06/01/1973-05/01/1977 Affari Economici e Monetari, Credito ed Investimenti
François-Xavier Ortoli (Francia) Commissione Jenkins e Commissione Thorn 06/01/1977-06/01/1981 e 06/01/1981-05/01/1985 Affari Economici e Monetari, Credito ed Investimenti
Alois Pfeiffer (Germania Ovest) Commissione Delors I 06/01/1985-01/08/1987 Affari Economici e Monetari, Credito ed Investimenti
Peter Schmidhuber (Germania Ovest) 22/09/1987-05/01/1989
Henning Christophersen (Danimarca) Commissione Delors II e Commissione Delors III 06/01/1989-22/01/1995 Affari Economici e Monetari, Credito ed Investimenti
Yves-Thibault de Silguy (Francia) Commissione Santer e Commissione Marín 23/01/1995-15/09/1999 Affari Economici e Monetari
Pedro Solbes (Spagna) Commissione Prodi 16/09/1999-30/04/2004 Affari Economici e Monetari
Joaquín Almunia (Spagna) e Siim Kallas (Estonia) 01/05/-21/11/2004
Joaquín Almunia (Spagna) Commissione Barroso I 22/11/2004-09/02/2010 Affari Economici e Monetari
Olli Rehn (Finlandia) Commissione Barroso II 10/02/2010-30/06/2014 Affari Economici e Monetari
ad interim Siim Kallas (Estonia) 01-17/07/2014
Jyrki Katainen (Finlandia) 17/07/2014

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Unione europea Portale Unione europea: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Unione europea