Comment je me suis disputé... (ma vie sexuelle)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Comment je me suis disputé... (ma vie sexuelle)
Titolo originale Comment je me suis disputé... (ma vie sexuelle)
Paese di produzione Francia
Anno 1996
Durata 178 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1,66:1
Genere drammatico, commedia
Regia Arnaud Desplechin
Sceneggiatura Emmanuel Bourdieu, Arnaud Desplechin
Produttore Pascal Caucheteux
Casa di produzione France 2 Cinéma, La Sept Cinéma, Why Not Productions
Fotografia Éric Gautier
Montaggio Laurence Briaud, François Gédigier
Musiche Krishna Levy
Scenografia Antoine Platteau
Costumi Claire Gerard-Hirne, Delphine Hayat
Interpreti e personaggi

Comment je me suis disputé... (ma vie sexuelle) è un film del 1996 diretto da Arnaud Desplechin.

Nominata due volte, grazie a Jeanne Balibar e Emmanuelle Devos, nella categoria migliore promessa femminile ai Premi César 1997, vincitrice nella stessa edizione nella categoria migliore promessa maschile grazie a Mathieu Amalric e in corsa per la Palma d'oro al Festival di Cannes 1996, la pellicola totalizzò 251 929 spettatori in Francia e 267 909 in tutta Europa[1].

Trama[modifica | modifica sorgente]

Paul Dédalus è un normalien trentenne, parigino, che lavora come assistente del docente di filosofia all'Université Paris Ouest Nanterre La Défense. I problemi che lo tormentano riguardano lo studio, non essendo in grado di portare a termine la tesi universitaria, e la situazione sentimentale, legato a Esther da dieci anni ma deciso ad allontanarsene; a ciò si aggiunge il litigio con il suo collega e amico d'infanzia Frédéric Rabier.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Comment je me suis disputé... (ma vie sexuelle), Lumiere.OBS.COE.int. URL consultato il 16 agosto 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema