Commedie shakespeariane

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Tradizionalmente, le opere di William Shakespeare sono state suddivise in tre categorie: tragedie, Commedie, e Drammi storici. Alcuni storici hanno discusso per la creazione di una quarta categoria, i Tardi romanzi scespiriani, o drammi romanzeschi.

Le "Commedie" nella tradizione elisabettiana avevano un significato molto diverso dalla commedia moderna. Una tipica commedia scespiriana ha un lieto fine, che solitamente comporta il matrimonio per tutti i personaggi nubili, e un tono e uno stile molto più frivolo rispetto alle altre opere.

Lo schema[1] nelle commedie contiene un movimento detto "green world", (mondo verde) conflitti sia interiori che esteriori, e una tensione tra i valori apollinei e dionisiaci.

Le commedie scespiriane tendono inoltre ad avere:

  • Una lotta dei giovani amanti per superare le difficoltà che sono spesso causate dai più anziani
  • Separazione ed unificazione
  • Confusione di identità
  • Un domestico intelligente
  • Aumento della tensione, spesso all'interno della famiglia
  • Trame ed intrecci multipli
  • Uso frequente dei giochi di parole

Parecchie delle commedie come Misura per misura e Tutto è bene quel che finisce bene, hanno un tono confidenziale con un difficile mix di humor e tragedia, che le ha portate ad essere classificate come tragicommedie.

Lista delle commedie shakespeariane[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Schema nelle commedie scespiriane. URL consultato l'11 giugno 2011.
teatro Portale Teatro: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di teatro