Commandos (film 1968)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Commandos
Titolo originale Commandos
Paese di produzione Italia, Germania
Anno 1968
Durata 110 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere guerra, drammatico
Regia Armando Crispino
Soggetto Menahem Golan, Artur Brauner, Don Martin
Sceneggiatura Dario Argento, Armando Crispino, Stefano Strucchi, Lucio Battistrada
Fotografia Benito Frattari
Montaggio Daniele Alabiso
Musiche Mario Nascimbene
Scenografia Alberto Boccianti
Interpreti e personaggi

Commandos è un film del 1968 diretto da Armando Crispino, interpretato da Lee Van Cleef e Jack Kelly.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

In Libia, durante la seconda guerra mondiale, il sergente Sullivan raggruppa in un commando una squadra di soldati italo-americani, con l'obiettivo di infiltrarsi, travestiti da soldati nemici, in un accampamento militare del Regio Esercito Italiano. I commandos penetrano nell'accampamento e, dopo aver ucciso i soldati italiani nei loro letti, trovano una prostituta ancora viva. Ai commandos viene ordinato di tenere il campo e le armi in esso presenti fino all’arrivo un battaglione americano: per tutto il tempo, i soldati fingono di essere italiani, addirittura ospitando spesso le truppe nemiche di transito. Nel frattempo emerge il comportamento del capitano Valli, giovane ufficiale dell'esercito italiano, che spesso discute con il sergente Sullivan, il quale dice al suo superiore che egli non ha idea di quello che stia facendo. Dopo l’omicidio di un entomologo presente nella base, la facenda si complicherà terribilmente. Alla fine, dell'originario gruppo di commandos sopravviveranno solo due soldati.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema