Comino (isola)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Comino
Kemmuna
Bluelagoon.jpg
Geografia fisica
Localizzazione Mar Mediterraneo
Coordinate 36°00′36″N 14°20′07.76″E / 36.01°N 14.335489°E36.01; 14.335489Coordinate: 36°00′36″N 14°20′07.76″E / 36.01°N 14.335489°E36.01; 14.335489
Arcipelago Isole Calipsee
Superficie 3,5 km²
Geografia politica
Stato Malta Malta
Consiglio locale Għajnsielem
Demografia
Abitanti 4 (2006)
Cartografia
Mappa di localizzazione: Malta
Comino

[senza fonte]

voci di isole di Malta presenti su Wikipedia
La stazione della Polizia di Comino

Comino (in maltese Kemmuna) è una delle isole dell'arcipelago delle Isole Calipsee; si trova nel canale di Gozo, tra l'isola di Malta e quella di Gozo nel Mare Mediterraneo.

L'isola ha un'estensione di 3,5 km² e deve il suo nome al cumino, il finocchio selvatico chiamato kemmuna in maltese, una delle poche piante che un tempo riusciva a crescere sul suolo arido. Secondo altre fonti, invece, il nome deriverebbe dall'arabo kimeni, che vuol dire adiacente, data la sua posizione fra Malta e Gozo. In antichità era conosciuta come Ephestia e qualche autore la chiama anche col nome di Lampas.[1]

Comino è nota per la sua tranquillità e isolamento. Vi è stato costruito un albergo, ma la popolazione residente è di soli quattro abitanti. Un prete e un poliziotto, fanno la spola dalla vicina isola di Gozo per le necessità degli abitanti e dei turisti estivi. Oggi Comino è una riserva faunistica per gli uccelli e amministrativamente è parte della municipalità di Għajnsielem che abbraccia parte del sudest di Gozo.

Le bellezze naturali[modifica | modifica wikitesto]

Tra Comino e Cominotto si trova la Blue Lagoon (Laguna Blu o, in maltese, Bejn il-kmiemen), una delle principali attrazioni turistiche dell'isola; la piccola baia è infatti rinomata per la sua acqua trasparente di un profondo colore blu e per la ricca fauna marina che la rende popolarissima per le immersioni subacquee.

Nel 1993 il canale è stato chiuso alle imbarcazioni per fare in modo di preservare sia l'equilibrio ambientale che i frequentatori della laguna.

La Torre di Santa Maria[modifica | modifica wikitesto]

La Torre di Santa Maria
La Laguna Blu

Costruita dal Gran Maestro Alof de Wignacourt dei Cavalieri Ospitalieri nel 1618 la Torre di Santa Maria si trova tuttora nella parte sud-est dell'isola, in vista del porto di Ċirkewwa. Venne costruita, assieme alle altre torri, come punto d'osservazione in caso di invasioni.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Nell'isola maltese di Comino , dove si era rifugiato e dove morì , Abramo Abulafia compose il Sefer ha-Ot (Libro del segno) tra il 1285 e il 1288.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Vedi Notizie storiche sull'etimologia dei nomi appropriati a varie località dell'isola di Malta, Achille Ferris, 1862

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

isole Portale Isole: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di isole