Comandante generale dell'esercito statunitense

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Prima dell'istituzione del Capo di stato maggiore dell'Esercito degli Stati Uniti nel 1903, era in genere nominato un singolo alto ufficiale anziano dell'esercito. Dal 1783, egli era semplicemente noto come il Senior Officer of the United States Army, ma nel 1821 il titolo fu mutato in Comandante generale dell'esercito statunitense. La posizione fu abolita con la creazione dello Stato maggiore generale nel 1903.

Comandanti generali dell'esercito statunitense[modifica | modifica sorgente]

Generale dell'esercito continentale e comandante in capo[modifica | modifica sorgente]

  1. gen. George Washington (15 giugno 1775 – 23 dicembre 1783)

Ufficiale anziano[modifica | modifica sorgente]

  1. mag. gen. Henry Knox (23 dicembre 1783 – 20 giugno 1784)

Ufficiale anziano dell'esercito statunitense[modifica | modifica sorgente]

  1. mag. gen. John Doughty (20 giugno 1784 – 12 agosto 1784) - servì quando tutte gli effettivi delle forze armate furono smobilitati, ad eccezione di 80 persone
  2. ten. gen. comandante Josiah Harmar (12 agosto 1784 – 4 marzo 1791)
  3. mag. gen. Arthur St. Clair (4 marzo 1791 – 5 marzo 1792)
  4. mag. gen. per brevetto Anthony Wayne (13 aprile 1792 – 15 dicembre 1796)
  5. brig. gen. James Wilkinson (15 dicembre 1796 – 13 luglio 1798)
  6. ten. gen. George Washington (13 luglio 1798 – 14 dicembre 1799)
  7. mag. gen. Alexander Hamilton (14 dicembre 1799 – 15 giugno 1800)
  8. brig. gen. James Wilkinson (15 giugno 1800 – 27 gennaio 1812)
  9. mag. gen. Henry Dearborn (27 gennaio 1812 – 15 giugno 1815)
  10. mag. gen. Jacob J. Brown (15 giugno 1815 – giugno 1821)

Comandante generale[modifica | modifica sorgente]

  1. mag. gen. Jacob J. Brown (giugno 1821 – 24 febbraio 1828)
  2. mag. gen. Alexander Macomb (29 maggio 1828 – 25 giugno 1841)
  3. mag. gen. Winfield Scott (5 luglio 1841 – 1º novembre 1861)
  4. mag. gen. George B. McClellan (1º novembre 1861 – 11 marzo 1862)[1]
  5. mag. gen. Henry W. Halleck (23 luglio 1862 – 9 marzo 1864)
  6. gen. Ulysses S. Grant (9 marzo 1864 – 4 marzo 1869)
  7. gen. William T. Sherman (8 marzo 1869 – 1º novembre 1883)
  8. gen. Philip H. Sheridan (1º novembre 1883 – 5 agosto 1888)
  9. mag. gen. John Schofield (14 agosto 1888 – 29 settembre 1895)
  10. mag. gen. Nelson A. Miles (5 ottobre 1895 – 8 agosto 1903)

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Historical Resources Branch; United States Army Center of Military History.
  • John H. Eicher & David J. Eicher, Civil War High Commands, Stanford University Press, 2001, ISBN 0-8047-3641-3.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Eicher, Civil War High Commands. Il periodo fra l'11 marzo 1862 e il 23 luglio 1862, vide il diretto controllo delle forze armata attribuito direttamente al presidente Abraham Lincoln e al ministro della Guerra Edwin M. Stanton, con la collaborazione di un ufficioso Consiglio di guerra che fu istituito il 17 marzo 1862. Il Consiglio comprendeva il gen. Ethan A. Hitchcock, presidente, e i responsabili degli uffici del Dipartimento della guerra Lorenzo Thomas, Montgomery C. Meigs, Joseph G. Totten, James W. Ripley e Joseph P. Taylor.