Columbia (fiume)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Columbia
Columbia
il Columbia nella valle glaciale
Stati Canada Canada
Stati Uniti Stati Uniti
Suddivisioni Columbia Britannica Columbia Britannica
Washington Washington
Oregon Oregon
Lunghezza 2 000 km
Portata media 7 500 m³/s
Bacino idrografico 668000 km²
Nasce Lago Columbia
Sfocia Oceano Pacifico
Mappa del fiume

Il Columbia è il fiume più grande sfociante nel Pacifico nord-occidentale, in Nord America. Il fiume nasce dalle Montagne Rocciose della Columbia Britannica, in Canada. Scorre con andamento nord-ovest e poi verso sud, entrando negli Stati Uniti d'America (Washington); successivamente inizia a scorrere verso ovest per fungere da confine tra Washington e l'Oregon, prima di sfociare nell'Oceano Pacifico. La lunghezza del fiume è di 2.000 km, e il suo più grande affluente lo Snake.
Il suo bacino idrografico ha quasi le dimensioni della Francia.

Il Columbia è il quarto fiume più grande degli Stati Uniti, ed il fiume con più portata tra quelli sfocianti nel Pacifico nord-occidentale. Grazie all'enorme portata e la sua relativa velocità delle acque, conferiscono al Columbia un enorme potenziale per la generazione di energia idroelettrica. Le 14 dighe poste sul fiume e quelle poste lungo il corso degli affluenti, producono più energia di qualsiasi altro fiume nordamericano.

Il fiume e i suoi affluenti sono stati molto importanti per la cultura e l'economia delle regioni che attraversano per migliaia di anni. Essi sono stati utilizzati per il trasporto fin dall'antichità, collegando un sistema di culture molto diverse tra loro. Le fasce fluviali del Columbia e dei suoi affluenti ospitano molte specie di pesci anadromi, che migrano tra le acque dolci a quelle salate dell'Oceano Pacifico. Questi pesci, soprattutto il salmone, sono stati fondamentali per la sopravvivenza dei nativi e per i commercianti provenienti da tutto il Nord America.

Il corso del fiume[modifica | modifica wikitesto]

Il Columbia inizia il suo percorso di 2.000 km dal Lago Columbia a circa 820 m s.l.m. Attraversa la vallata glaciale per i suoi primi 320 km, scorrendo con andamento nord ovest. Successivamente svolta bruscamente verso sud, entrando negli USA, nello stato di Washington; presso la confluenza dello Snake, svolta verso ovest. Da qui in poi, il fiume, rallenta la sua corsa, svuotandosi nell'Oceano Pacifico a sud di Portland, in Oregon.

Portata[modifica | modifica wikitesto]

Con una portata media alla foce di circa 7.500 m³/s, il Columbia è il più fiume nordamericano con più portata che sfocia nell'Oceano Pacifico[1] il quarto per portata degli Stati Uniti[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Centro per gli studi del Pacifico Orientale (EN)
  2. ^ fiumi più grandi degli Stati Uniti (EN)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]