Colossoma macropomum

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Colossoma macropomum
Colossoma macropomum Melbourne Aquarium.jpg

Pacu Colossoma 2008 G1.jpg
Esemplare giovanile (sopra) e un adulto

Stato di conservazione
Status none NE.svg
Specie non valutata
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Actinopterygii
Ordine Characiformes
Famiglia Characidae
Sottofamiglia Serrasalminae
Genere Colossoma
Eigenmann & Kennedy, 1903
Specie C. macropomum
Nomenclatura binomiale
Colossoma macropomum
(Cuvier, 1816)
Sinonimi
  • Colossoma nigripinne
  • Colossoma oculus
  • Colossoma tambaqui
  • Colossoma tombaqui

Colossoma macropomum, unico rappresentante del genere Colossoma, è un pesce d'acqua dolce appartenente alla famiglia Characidae, sottofamiglia Serrasalminae.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Questa specie è diffusa in Sudamerica, nei bacini del Rio delle Amazzoni e dell'Orinoco, ma è allevata in acquacoltura in tutto il continente. Gli adulti hanno carattere prettamente solitario e abitano le foreste allagate, mentre i giovani vivono in acque scure e torbide, e in pianure allagate.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

C. macropomum presenta un corpo robusto, con profilo romboidale allungato e compresso ai fianchi. Le pinne, carnose, sono ampie e trapezoidali. La pinna caudale è bilobata. Gli esemplari giovanili hanno una forma più simile agli altri piranha, dal profilo discoidale. La livrea vede gli esemplari giovanili con fondo bruno dai riflessi argentei e bronzei e gola rossastra, mentre gli adulti hanno fondo bronzo scuro con la metà inferiore del corpo più scura, tendente al nero bruno. Le pinne tendono al nero.
Raggiunge una lunghezza massima accertata di 108 cm per 40 kg di peso, ma la taglia media negli esemplari pescati presenta una lunghezza di 70 cm.

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

La riproduzione, che avviene tra gennaio e aprile, vede la desposizione di migliaia di uova sferiche (da 7.000 a 3000.000 secondo la grandezza della femmina) nel fondo melmoso, che vengono subito fecondate dal maschio. Non vi sono cure parentali.

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

Questa specie si nutre di zooplancton, insetti, frutti e semi, piante acquatiche e terrestri.

Predatori[modifica | modifica sorgente]

È preda abituale di pesci del genere Serrasalmus, Arapaima, Hoplias ed Electrophorus.

Pesca[modifica | modifica sorgente]

C. macropomum è pescata e allevata in acquacoltura per l'alimentazione umana.

Acquariofilia[modifica | modifica sorgente]

Necessita di vasche estremamente grandi per poter vivere bene, per questo è diffusa negli acquari pubblici, mentre negli acquari privati è allevata solo da appassionati.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci