Color Line

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Color Line
Stato Norvegia Norvegia
Fondazione 1990
Fondata da Olav Nils Sunde
Sede principale Oslo, Norvegia Norvegia
Gruppo Color Group AsA[1](a sua volta parte di O.N. Sunde as)
Prodotti Trasporti marittimi
Dipendenti 2.336[2] (2008)
Sito web www.colorline.com/

La Color Line è una compagnia di navigazione norvegese, attiva su collegamenti dalla Norvegia a Svezia, Germania e Danimarca.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La Color Line ebbe origine nel 1990 dalla fusione di due compagnie di navigazione norvegesi, la Jahre Line e la Norway Line. La prima collegava Oslo e Kiel con due traghetti ("Kronprins Harald" e "Prinsesse Ragnhild"), mentre la seconda era attiva tra Norvegia, Olanda e Inghilterra con due navi, una delle quali (la "Jupiter") fu venduta subito dopo la creazione della Color Line. A fine anno la flotta si espanse nettamente grazie all'acquisto della divisione traghetti della Fred Olsen; tre nuovi traghetti furono introdotti sulle rotte tra Norvegia e Danimarca.

Nel 1996 fu aperto un servizio tra Norvegia e Danimarca con due catamarani in joint venture con la Sea Containers[3][4], ripreso in autonomia l'anno successivo con un traghetto veloce e continuato fino al 2007[5]. Sempre nel 1996 fu acquisita la rivale Larvik Line, operante tra Norvegia e Danimarca con un traghetto, mentre due anni più tardi fu assorbita la Scandi Line, che collegava Svezia e Norvegia con due navi; sempre nel 1998 fu invece abbandonato il collegamento con l'Inghilterra[6]. Nel 1999 la "Prinsesse Ragnhild", in navigazione tra Kiel ed Oslo, dovette essere evacuata per un incendio in sala macchine; tutti i passeggeri furono soccorsi senza problemi, anche se una donna di 73 anni morì in seguito ad un attacco cardiaco[7].

Nel 2004 fu consegnata dagli Aker Yards di Turku la Color Fantasy, prima nave di prima mano della compagnia e, al momento della costruzione, traghetto più grande del mondo; negli anni successivi altre tre navi di nuova costruzione (Color Magic, Superspeed 1 e 2) fecero il loro ingresso nella flotta, mentre alcune vecchie unità furono cedute ad altre compagnie di navigazione[8]. Attualmente la Color Line possiede sei traghetti, impegnati su quattro rotte diverse.

Flotta[modifica | modifica wikitesto]

Nome TSL Rotta Anno di costruzione Entrata in servizio per Color Line Note
Bohus 8.772[9] Strömstad - Sandefjord 1971[9] 1999 Già "Prinsessan Desirée", "Europafärjan", "Europafärjan II", "Lion Princess"
Color Fantasy 75.027[10] Oslo - Kiel 2004[10] 2004[10] /
Color Magic 75.100[11] Oslo - Kiel 2007[12] 2007[12] /
Color Viking 19.763[13] Strömstad - Sandefjord 1985[13] 2000[13] Già "Peder Paars", "Stena Invicta"
Superspeed 1 34.231[14] Kristiansand - Hirtshals 2008[14] 2008[14] /
Superspeed 2 34.231[15] Larvik - Hirtshals 2008[15] 2008[15] /

Navi del passato[modifica | modifica wikitesto]

Nome TSL Anno di costruzione Anni in servizio per Color Line Compagnia precedente Stato attuale
Christian IV 22.161[16] 1982[16] 1991-2008[16] A/S Fred Olsen [16] Disarmata a Swansea come "Julia"[16]
Jupiter 14.264[17] 1973[17] 1991-1999[17] A/S Fred Olsen[17] Disarmata dal 2004 a Nassau con il nome di "Mirage I"[17]
Kronprins Harald 31.122[18] 1987[18] 1991-2007[18] Jahre Line[18] Dal 2007 "Oscar Wilde" per la Irish Ferries[18]
Prinsesse Ragnild 35.855[19] 1981[19] 1991-2008[19] Jahre Line[19] Dal 2008 "Bahamas Celebration"[19]
Skagen 12.333[20] 1975[20] 1991-2005[20] A/S Fred Olsen[20] Dal 2005 "Sehrazad" per una compagnia saudita[20].
Venus 13.286[21] 1974[21] 1991-1994[21] Norway Line[21] Dal 2002 "Cesme" per la Marmara Lines[21]
Color Viking 20.581[6] 1975[6] 1994-1998[6] DFDS[6] Dal 2008 utilizzato per crociere in Asia come "Jupiter"[6]
Color Festival 34.694[22] 1985[22] 1994-2008[22] Silja Line[22] Dal 2008 "Mega Smeralda" per la Corsica/Sardinia Ferries[22]
Seacat Danmark 3.003[4] 1991[4] 1996[4] Sea Containers Ltd.[4] Dal 2006 "Pescara Jet" per la SNAV[4]
Seacat Norge 3.003[3] 1991[3] 1996[3] Sea Containers Ltd.[3] Dal 2007 "Snaefell" per la Isle of Man Steam Packet.[3]
Silvia Ana L. 7.895[5] 1996[5] 1997-2007[5] Buquebus[5] Dal 2007 in servizio per la Buquebus[5]
Peter Wessel 29.706[23] 1981[23] 1997-2008[23] Larvik Line[23] Dal 2008 "SNAV Toscana" per la SNAV[23]
Sandefjord 5.678 [24] 1965[24] 1999-2000[24] Scandi Line [24] Dal 2007 "Red Star I" per la Star Ferries.[24]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Color Line ha archiviato il 2008 con un passivo netto di 20,6 milioni di euro in InforMARE.it, 1 aprile 2009. URL consultato il 22 gennaio 2010.
  2. ^ (EN) Color Lines organisation, Colorline.com. URL consultato il 22 gennaio 2010.
  3. ^ a b c d e f (SV) Micke Asklander, HSC Hoverspeed France (1991) in Fakta om Fartyg. URL consultato il 22 gennaio 2010.
  4. ^ a b c d e f (SV) Micke Asklander, HSC Hoverspeed Belgium (1991) in Fakta om Fartyg. URL consultato il 22 gennaio 2010.
  5. ^ a b c d e f (SV) Micke Asklander, HSC Silvia Ana L. (1996) in Fakta om Fartyg. URL consultato il 22 gennaio 2010.
  6. ^ a b c d e f (SV) Micke Asklander, M/S Wellamo (1975) in Fakta om Fartyg. URL consultato il 22 gennaio 2010.
  7. ^ (EN) Incident on M/S Prinsesse Ragnhild, www.corkscrew-balloon.com. URL consultato il 22 gennaio 2010.
  8. ^ (EN) Nina Berglund, New cruise-ferry set to sail in Aftenposten, 10 settembre 2007. URL consultato il 22 gennaio 2010.
  9. ^ a b (SV) Micke Asklander, M/S Prinsessan Desirée (1971) in Fakta om Fartyg. URL consultato il 22 gennaio 2010.
  10. ^ a b c (SV) Micke Asklander, M/S Color Fantasy (2004) in Fakta om Fartyg. URL consultato il 22 gennaio 2010.
  11. ^ (EN) Technical Facts M/S Color Magic, Colorline.com. URL consultato il 22 gennaio 2010.
  12. ^ a b (SV) Micke Asklander, M/S Color Magic (2007) in Fakta om Fartyg. URL consultato il 22 gennaio 2010.
  13. ^ a b c (SV) Micke Asklander, M/S Peder Paars (1985) in Fakta om Fartyg. URL consultato il 22 gennaio 2010.
  14. ^ a b c (SV) Micke Asklander, M/S Superspeed 1 (2008) in Fakta om Fartyg. URL consultato il 22 gennaio 2010.
  15. ^ a b c (SV) Micke Asklander, M/S Superspeed 2 (2008) in Fakta om Fartyg. URL consultato il 22 gennaio 2010.
  16. ^ a b c d e (SV) Micke Asklander, M/S Olau Britannia (1982) in Fakta om Fartyg. URL consultato il 22 gennaio 2010.
  17. ^ a b c d e (SV) Micke Asklander, M/S Bolero (1973) in Fakta om Fartyg. URL consultato il 22 gennaio 2010.
  18. ^ a b c d e (SV) Micke Asklander, M/S Kronprins Harald (1987) in Fakta om Fartyg. URL consultato il 22 gennaio 2010.
  19. ^ a b c d e (SV) Micke Asklander, M/S Prinsesse Ragnhild (1981) in Fakta om Fartyg. URL consultato il 22 gennaio 2010.
  20. ^ a b c d e (SV) Micke Asklander, M/S Borgen (1975) in Fakta om Fartyg. URL consultato il 22 gennaio 2010.
  21. ^ a b c d e (SV) Micke Asklander, M/S Prinsessan Birgitta (1974) in Fakta om Fartyg. URL consultato il 22 gennaio 2010.
  22. ^ a b c d e (SV) Micke Asklander, M/S Svea (1985) in Fakta om Fartyg. URL consultato il 22 gennaio 2010.
  23. ^ a b c d e (SV) Micke Asklander, M/S Gotland (1981) in Fakta om Fartyg. URL consultato il 22 gennaio 2010.
  24. ^ a b c d e (SV) Micke Asklander, M/S Viking III (1965) in Fakta om Fartyg. URL consultato il 22 gennaio 2010.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]