Colonne sonore di Guerre stellari

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
« Guerre stellari è lirica sotto diversi aspetti: i generosi allestimenti, i costumi, le trame intricate, le grandiose entrate e le uscite di scena, le sequenze d'azione, lunghe ed elaborate, che con pomposi tappeti sonori corrispondono sia alle arie che ai balletti che venivano spesso inseriti nell'opera lirica. E poi c'è la musica. »
(Sylvia McCosker[1])
Il logo della saga

La musica di Guerre stellari consiste in tutte le partiture scritte per i film della saga cinematografica Guerre stellari e i prodotti audiovisivi correlati. Sono svariati i musicisti che hanno collaborato alla colonna sonora della saga: John Williams, il più importante, avendo composto la musica per tutti e sei i film, Kevin Kiner e Joel McNeely. Per le opere televisive, come L'avventura degli Ewok e Il ritorno degli Ewok sono state scritte nuove colonne sonore, sebbene siano state utilizzate in parte le musiche di Williams.

In particolar modo per le composizioni di John Williams, la musica di Guerre stellari è tra le più conosciute colonne sonore del cinema.

Saga[modifica | modifica wikitesto]

Il compositore John Williams

Le colonne sonore utilizzano diversi stili musicali, derivati principalmente dagli idiomi del tardo romanticismo di Richard Strauss e dai lavori di Erich Korngold e Max Steiner. Ma se nel primo film della saga, Una nuova speranza, Williams si ricollega a Holst, Walton e Stravinsky, creando musiche classiche, nei successivi si distanzierà da quel tipo di musica, incorporando riferimenti moderni. Williams cercò di rendere accessibile e riconoscibile la melodia d'apertura al pubblico sin dai primi secondi usando il tema d'apertura di un popolare film di qualche anno prima, intitolato Nata libera, al contrario. Guerre stellari è spesso accreditato per aver rivitalizzato sul finire degli anni settanta la musica sinfonica e il suo uso nel cinema. Williams riportò in auge la tecnica del leitmotiv, spesso associata alle opere di Wagner e, nel cinema, con quelle di Steiner.
Un leitmotiv è un tema melodico che si associa e rappresenta un personaggio, un elemento della trama, un sentimento, un'idea o altre parti significative del film. Un uso banale di questo stile porta ad una semplice associazione: quando c'è il personaggio si presenta il tema, senza alcun sviluppo ulteriore. Williams invece sfrutta questa tecnica in modo molto più avanzato, ed è proprio questo il motivo d'interesse: andare a vedere come sono presentati, rimaneggiati, proposti e rielaborati i vari temi e motivi a seconda delle situazioni, della trama o del contesto.
Occorre però aggiungere un'altra considerazione. In Star Wars, c'è un ulteriore elemento di interesse[2]: essendo la saga composta di due trilogie, di cui quella uscita successivamente costituisce il prequel degli episodi girati quasi vent'anni prima, Williams si è quindi trovato ad affrontare una problematica insolita per un colonnista sonoro (abituato solitamente a sonorizzare l'hic et nunc), dovendo nella Nuova trilogia “spiegare” e mostrare in gestazione il materiale tematico esposto nella Trilogia originale. Per questo motivo diventano di estremo interesse alcune analisi, disponibili liberamente su Internet sull'uso de leitmotiv in queste colonne sonore (John Williams, La Colonna Sonora di Star Wars: Analisi dei leitmotiv principali).
Da lavori di questo tipo emerge chiaramente come la musica porti avanti una narrazione parallela, una vera e propria “storia dentro la storia”: la trama di questa racconto musicale coincide ovviamente con gli sviluppi della vicenda principale, con il risultato che la colonna sonora svolge un ruolo di “cassa di risonanza” a livello non solo emotivo ma anche narrativo, sottolineando (e a volte, in particolare nella trilogia prequel, anticipando) gli avvenimenti che accadono sullo schermo, sempre con una grande efficacia e soprattutto una notevole coerenza, evitando costantemente di scadere nella banalità.

Leitmotiv principali[modifica | modifica wikitesto]

Una nuova speranza[modifica | modifica wikitesto]

  • Star Wars (Main Theme). Il più famoso tema della saga, che ricorda a tratti le composizioni di Erich Wolfgang Korngold, riconosciuto da tutti e associato con l'immagine stessa della serie: Luke, l'eroismo e l'avventura. Lo si sente all'inizio di ogni film e durante i titoli di coda. È usato interamente soltanto in Una nuova speranza e nella scena finale de La vendetta dei Sith. Nel 1978 ha vinto il Grammy Award Best Instrumental Composition.
  • Rebel Fanfare. Questo breve motivo è usato spesso in Una nuova speranza per rappresentare l'Alleanza Ribelle. Usato occasionalmente in L'Impero colpisce ancora e La vendetta dei Sith, viene utilizzato nei titoli di coda di ogni pellicola.
  • Force Theme (o Binary Sunset). Di tutti i leitmotiv della serie, il tema della Forza è il più difficile da sviluppare e da associare ad un singolo concetto. Nel corso della saga, rappresenta Obi-Wan Kenobi, i Jedi e la Forza dalla quale traggono i loro poteri. Appare anche in momenti significati dei film, grazie al suo tono regale e potente[2]. È brevemente abbozzato quando Leila affida a R2-D2 i piani della Morte Nera, e poi sviluppato quando Luke guarda il tramonto dei due soli[3]. Il tema viene riproposto durante la prima conversazione di Luke con Kenobi e infine rivelato come il motivo della Forza. Anche nel film Star Wars: The Clone Wars è possibile sentire la musica, quando Anakin parla del suo pianeta natale con Ashoka e alla fine, prima dei titoli di coda. Il tema è stato anche usato in alcuni episodi dell'omonima serie tv.
  • Princess Leia's Theme. Il tema, associato al personaggio di Leila Organa, rappresenta il lato romantico e ingenuo della principessa, e viene usato principalmente in Una nuova speranza. Negli altri due film si può sentire ogni volta che il personaggio appare vulnerabile o ha dei momenti dedicati unicamente a lei. Nella nuova trilogia, il tema si sente solo in La vendetta dei Sith, nel finale della pellicola[4]. Può essere sentito durante l'arrivo di Padmé su Alderaan nell'episodio "L'assassino" della serie televisiva.
  • The Death Star Motif. Un imponente motivo, che appare ben sei volte durante Una nuova speranza, ogni volta che la Morte Nera appare o viene nominata. Usato in Il ritorno dello Jedi solo una volta, durante l'arrivo di Palpatine sulla seconda Morta Nera, sebbene sia stato adattato.
  • Dies Irae. Williams, seguendo la tradizione dei compositori classici, incorporò la melodia di questo canto gregoriano nella colonna sonora de Una nuova speranza, sebbene soltanto le prime quattro note del Dies Irae siano riconoscibili come tali. Questo tema richiama il destino di Luke, le sue paura e l'apprensione nei suoi confronti.

Compare anche il motivo della cantina di mos esley

L'Impero colpisce ancora[modifica | modifica wikitesto]

  • Han Solo and the Princess (o Love theme, Han Solo's theme). Un tema romantico, l'unico nella trilogia originale, che rappresenta l'amore tra Ian Solo e Leila. Usato in prevalenza ne L'Impero colpisce ancora, si può ascoltare anche in alcune scene de Il ritorno dello Jedi. Oltre a rappresentare il legame tra i due, il motivo viene associato a scene in cui è presente un sacrificio[5], e ai momenti finale del film.
  • The Imperial March o (Darth Vader's Theme). Il tema rappresenta l'Impero Galattico, e in particolare il personaggio di Dart Fener. È il motivo che più di tutti è stato consacrato come icona della cultura cinematografica e popolare. Viene infatti definito un "tema malvagio" e usato spesso nella serie televisiva I Simpson per rappresentare il personaggio di Montgomery Burns. Nella nuova trilogia, il tema viene associato alla Repubblica, che lentamente si disgrega, fino a trasformarsi in Impero.
    Accompagna nel VI episodio, in una versione stravolta e agonizzante, la morte di Darth Vader[6], raggiungendo il momento musicale più alto di tutta la trilogia originale[2].
  • Yoda's Theme. Un tema gentile che presenta il maestro Yoda, e che fa capolino in tutti i film della saga, ad esclusione de Una nuova speranza, in cui non compare il personaggio. La composizione rappresenta inoltre gli insegnamenti del maestro e le lezioni che Luke impara da questi[7]. Per quanto riguarda la nuova trilogia, il motivo è maggiormente presente nei momenti finali de La vendetta dei Sith, in cui il Jedi si autoesilia sul pianeta Dagobah. Il tema è poi stato riutilizzato da Williams in una scena del film E.T. l'extra-terrestre, in cui il personaggio viene omaggiato. Verrà poi riutilizzato da Kevin Kiner nel primo episodio della serie Star Wars: The Clone Wars, dove il personaggio è protagonista e in una scena dell'episodio "L'assassino", in cui Ahsoka racconta al Maestro Jedi delle sue visioni.

Il ritorno dello Jedi[modifica | modifica wikitesto]

  • Jabba's Theme. Un pomposo tema, in cui spicca lo strumento delle tuba, che introduce il personaggio di Jabba the Hutt, e accompagna il primo atto de Il ritorno dello Jedi. Il motivo ricompare poi nella versione del 1997 de Una nuova speranza e in La minaccia fantasma, in cui Jabba fa un breve cameo.
  • Emperor's Theme. Il tema per Palpatine e, più spesso, per tutto ciò che si associa al Lato Oscuro[8]. Usato ogni volta che appare l'Imperatore, compare nella nuova trilogia, sebbene in chiave più repressa e celata. Ne La minaccia fantasma viene utilizzato all'inizio del film, durante la comparsa di Darth Sidious in un ologramma e per commentare ironicamente le scene finali, in cui la Repubblica trionfa e la cittadinanza è gioiosa[2][9]. Anche verso la fine dell'Episodio II John Williams ha usato la musica, durante il viaggio del Conte Dooku verso l'Imperatore, e durante La vendetta dei Sith[10].
  • Ewok's Theme (o Parade of the Ewoks). Un gioioso tema in stile Prokofiev[11], usato per il finale della battaglia sulla luna di Endor, e per le ultime scene della pellicola, in cui gli Ewok festeggiano la caduta dell'Impero e il trionfo degli eroi. I cori nel finale del tema verranno poi ripresi per la marcia de La minaccia fantasma.
  • Luke and Leia. Il motivo che lega Leila al fratello, è usato soltanto due volte nel corso della pellicola[2]. Il tema, di cui Williams aveva composto una versione molto più lunga di quella che appare ne Il ritorno dello Jedi, è molto più maturo e meno romantico di quello dedicato a Ian e Leila, usato nel precedente film[12].

La minaccia fantasma[modifica | modifica wikitesto]

  • Anakin's Theme. Simile per certi versi al tema di Dart Fener, questo motivo ne rappresenta le origini e viene sviluppato attraverso l'intera trilogia, nonostante abbia maggior peso in La minaccia fantasma, dove è armonico e innocente, ma diventerà man mano più adulto nei restanti due episodi, dove viene però confinato a tema di fondo. Nella versione estesa presenta una citazione della Marcia Imperiale[2][13].
  • Duel of the Fates. Soprannominato anche Darth Maul's theme, costituisce il tema principale del film e viene utilizzato per rappresentare lo scontro tra i Jedi e i Sith[2][14]. Il testo recitato dal coro deriva da un poema di celtico arcaico, dal titolo Cad Goddeu (letteralmente Battaglia degli alberi) tradotto in sanscrito. Nel film viene usato nelle scene finali, in cui i due Jedi si scontrano con Darth Maul. Ne L'attacco dei cloni viene usato per accompagnare le scene in cui Anakin va alla ricerca della madre, facendo intendere una lotta interiore tra bene e male[2][15]. Ne La vendetta dei Sith viene invece usato per commentare il duello tra Yoda e l'imperatore Palpatine, andandosi a intrecciare al tema principale del III capitolo, Battle of the Heroes, raggiungendo il momento musicale più alto della nuova trilogia[2][16].
  • Funeral Theme. Tema accompagnato da alcune frasi in sanscrito. Compare brevemente nella scena del funerale di Qui-Gon[2][17], per poi venire sviluppato nei successivi due film. In La vendetta dei Sith viene usato per commentare le morti parallele di Padmé e Anakin, e la nascita di Dart Fener[2][18].

L'attacco dei cloni[modifica | modifica wikitesto]

  • Across The Stars. Tema principale del film, fortemente romantico (l'unico della nuova trilogia), che fa riferimento all'amore travagliato di Romeo e Giulietta. Dal tono gentile, è però attraversato da incertezza e insicurezza, ricordando la relazione tra Anakin e Padmé, nata nell'ombra, lontano dagli occhi di tutti. Sotto alcuni aspetti, il motivo è simile al tema di Luke, oltre che a quello di Ian e Leila[2][19].

La vendetta dei Sith[modifica | modifica wikitesto]

  • Battle of the Heroes. Il tema usato come commento all'apocalittico duello finale tra Obi-Wan e Anakin[20], che funge da opposto a Duel of the Fates, sia grammaticalmente che tematicamente: dove questo pone l'accento sull'azione e il pericolo, grazie anche all'uso dei cori e del ritmo incalzante, Battle of the Heroes accentua il tono epico, crepuscolare e tragico dello scontro. I due temi, inoltre, sono maggiormente legati dal fatto che, ne La vendetta dei Sith, vengono intersecati tra di loro durante il doppio duello tra Yoda e Palpatine, accompagnato da Duel of the Fates, e tra Anakin e Obi-Wan, nel quale viene usato Battle of the Heroes[2][16]. Questa scena in cui si assiste alla fusione dei due temi si può considerare il più alto momento musicale di tutta la nuova trilogia, un vero capolavoro[2].

Leitmotiv minori[modifica | modifica wikitesto]

Oltre ai principali temi musicali, molti temi minori ripercorrono attraverso i vari film, fungendo da commento sonoro a brevi scene in alcuni episodi, o venendo sviluppati in altri. I temi minori più importanti sono:

Trilogia originale[modifica | modifica wikitesto]

  • Arrival on Tatooine
  • Tusken Raiders
  • Jawa theme
  • Lando's Palace
  • Throne Room March
  • Droids motif
  • Boba Fett motif
  • Yoda's Revelation

Nuova trilogia[modifica | modifica wikitesto]

  • Jar Jar's Theme
  • Qui-Gon's Theme
  • Shmi's Theme
  • Secondary Droid March
  • Kamino Motif
  • Mourning Theme
  • Arena Theme
  • Anakin's Betrayal
  • Immolation Theme
  • Anakin's Dark Deeds

Universo espanso[modifica | modifica wikitesto]

L'universo espanso di Guerre stellari è essenzialmente costituito da tutto ciò che è esterno alla saga, ovvero ai sei film: fumetti, videogiochi, libri, spin-off televisivi e cinematografici. Quest'ultimi hanno richiesto un commento musicale, che è stato di volta in volta composto da diversi musicisti.

Per il primo spin-off televisivo della saga, The Star Wars Holiday Special, del 1978, Ken e Mitzie Welch hanno scritto diverse nuove composizioni. Lo special ha però usato in prevalenza i temi (Main Theme e The Force Theme), come e la musica d'archivio di John Williams.

Per i due film televisivi L'avventura degli Ewok e Il ritorno degli Ewok, Peter Bernstein compose due partiture originali, riprendendo soltanto da Il ritorno dello Jedi il tema degli Ewok, che nella pellicola facevano la loro prima comparsa.

L'ombra dell'Impero[modifica | modifica wikitesto]

Star Wars: Shadows of the Empire
Artista Joel McNeely
Tipo album Colonna sonora
Pubblicazione 23 aprile 1996
Durata 58 min : 31 s
Dischi 1
Tracce 10
Genere Colonna sonora
Etichetta Varèse Sarabande
Produttore Robert Townson
Registrazione al City Hall di Glasgow
Joel McNeely - cronologia

Negli anni ottanta e novanta, Guerre stellari subì un declino e l'unica cosa che destava curiosità era l'universo espanso. Nel 1991 debuttò il primo capitolo della Thrawn Trilogy, di Timothy Zahn, che riaccese l'interesse per l'universo di Guerre stellari da parte dei fan. A fare ciò contribuì anche, nel 1996, il progetto multimediale L'ombra dell'Impero (Shadows of the Empire), ambientato tra L'Impero colpisce ancora e Il ritorno dello Jedi e composto dal romanzo di Steve Perry, un videogioco, una serie a fumetti e una colonna sonora composta da Joel McNeely.[21] Il compositore ottenne l'ingaggio dopo essere stato raccomandato da John Williams, al quale era stato offerto, ma che rifiutò.[22] Il musicista, nel comporre una colonna sonora per un libro, si trovò nel difficile compito di commentare delle scene che potevano essere percepite diversamente da persona a persona. Mantenne comunque diversi temi familiari all'universo dei film, come il Main Theme e The Force Theme, oltre che al minaccioso motivo imperiale. Le tracce sono in totale dieci e variano per lunghezza dai due ai dieci minuti:

  1. Main Theme from Star Wars and Leia's Nightmare - 3:41
  2. The Battle of Gall - 7:59
  3. Imperial City - 8:02
  4. Beggar's Canyon Chase - 2:56
  5. The Southern Underground - 1:48
  6. Xizor's Theme - 4:35
  7. The Seduction of Princess Leia - 3:38
  8. Night Skies - 4:17
  9. Into the Sewers - 2:55
  10. The Destruction of Xizor's Palace - 10:43

Star Wars: The Clone Wars[modifica | modifica wikitesto]

Star Wars: The Clone Wars
Artista Kevin Kiner
Tipo album Colonna sonora
Pubblicazione 12 agosto 2008
Durata 67 min : 39 s
Dischi 1
Tracce 32
Genere Colonna sonora
Etichetta Sony Classical
Kevin Kiner - cronologia
Album precedente
Album successivo
« Kevin Kiner ha la pesante eredità di John Williams, ma riesce comunque a fare un buon lavoro. »
(Blake Matthews[23])

La colonna sonora del film Star Wars: The Clone Wars è stata composta dal musicista Kevin Kiner, attivo soprattutto in ambito televisivo, ed eseguita dall'orchestra sinfonica di Praga. Kiner si è basato sui temi creati da John Williams.

L'album, composto da trentadue tracce (per un totale di 67 minuti e 39 secondi), è stato distribuito dall'etichetta Sony Classical, a partire dal 12 agosto 2008. Nella confezione, oltre al CD, è presente un poster del film.[24]

Essendo Star Wars: The Clone Wars destinato ad un pubblico giovane, la colonna sonora è stata alleggerita nei toni. La partitura utilizza infatti diversi strumenti musicali mai sentiti prima nei film della saga, come sintetizzatori, chitarre elettriche, o strumenti etnici come il duduk, l'oud e il daiko.[23]

Blake Matthews, sul sito Blogcritics.com, recensisce positivamente la partitura di Kiner e le sue scelte di nuovi strumenti, in quanto è riuscito a creare una nuova atmosfera musicale, che rimane al contempo familiare allo spettatore.[23]

  1. Star Wars Main Title & A Galaxy Divided - 1:13
  2. Admiral Yularen - 0:56
  3. Battle Of Christophsis - 3:19
  4. Meet Ahsoka - 2:44
  5. Obi-Wan To The Rescue - 1:24
  6. Sneaking Under The Shield - 4:24
  7. Jabba's Palace - 0:45
  8. Anakin vs. Dooku - 2:18
  9. Landing On Teth - 1:43
  10. estroying The Shield - 3:08
  11. B'omarr Monastery - 3:10
  12. General Loathsom / Battle Strategy - 3:07
  13. The Shield - 1:36
  14. Battle Of Teth - 2:45
  15. Jedi Don't Run! - 1:22
  16. Obi-Wan's Negotiation - 2:07
  17. The Jedi Council - 2:04
  18. General Loathsom/Ahsoka - 3:39
  19. Jabba's Chamber Dance - 0:42
  20. Ziro Surrounded - 2:20
  21. Scaling The Cliff - 0:45
  22. Ziro's Nightclub Band - 0:53
  23. Seedy City Swing - 0:34
  24. Escape From The Monastery - 3:12
  25. Infiltrating Ziro's Lair - 2:21
  26. Courtyard Fight - 2:41
  27. Dunes Of Tatooine - 2:00
  28. Rough Landing - 3:03
  29. Padmé Imprisoned - 0:50
  30. Dooku Speaks With Jabba - 1:28
  31. Fight To The End - 3:59
  32. End Credits - 0:51

Star Wars: The Old Republic[modifica | modifica wikitesto]

La colonna sonora di Star Wars: The Old Republic è stata rilasciata in edizione da collezione del videogioco Star Wars: The Old Republic il 20 dicembre 2011. Contiene 17 brani musicali del gioco. Ha un tempo di esecuzione totale di 72 minuti.

  1. Clash of Destiny - 2:20
  2. Glory, The Galactic Republic- 6:03
  3. Domination, The Sith Empire- 5:52
  4. Justice, The Jedi Knight - 5:40
  5. Bravado, The Smuggler - 5:26
  6. Deception, The Sith Warrior - 5:10
  7. Scum, The Bounty Hunter - 4:38
  8. Hope, The Republic Trooper - 5:13
  9. Villainy, The Imperial Agent - 4:12
  10. Peace, The Jedi Consular - 5:28
  11. Treachery, The Sith Inquisitor - 5:40
  12. Shake That Wampa Down - 2:38
  13. See You on the Dark Side - 2:25
  14. Smeeleeya Whao Tupee Upee - 2:50
  15. Run Kessel Run - 2:34
  16. One Chuba Too Many - 2:39
  17. Shapa Keesay (Shape-Shifter) - 3:01

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sylvia McCosker, Star Wars: Opera spaziale - La musica di Star Wars in Guerrestellari.net. URL consultato il 31/8/2008.
  2. ^ a b c d e f g h i j k l m n John Williams, La Colonna Sonora di Star Wars: Analisi dei leitmotiv principali
  3. ^ Star Wars IV: A new hope - Binary Sunset (Force Theme) La scena del doppio tramonto. YouTube.
  4. ^ Star Wars III: Revenge of the Sith - Final scene La scena finale del III capitolo, interessante per l'uso dei temi musicali. YouTube.
  5. ^ Star Wars V: The Empire Strikes Back - Han Solo's hibernation (Imperial March and Love theme), L'ibernazione di Ian Solo. YouTube.
  6. ^ Star Wars VI: Return of the Jedi - Darth Vader's Death (Imperial March), La morte di Darth Vader (Imperial March). YouTube.
  7. ^ Star Wars V: The Empire Strikes Back - "For my ally is the Force " (Force Theme, Yoda's Theme), Yoda spiega a Luke cosa sia la Forza. YouTube.
  8. ^ Star Wars VI: Return of the Jedi - Emperor's Theme, Il tema dell'Imperatore. YouTube.
  9. ^ Star Wars I: The Phantom Menace - Augie's Great Municipal Band (Emperor's Theme), Il tema dell'Imperatore nella versione dei festeggiamenti. YouTube.
  10. ^ Revenge of the Sith Emperor's Theme, YouTube. URL consultato il 2005.
  11. ^ Star Wars VI: Return of the Jedi - Ewok's Theme (Parade of the Ewoks), Il tema degli Ewok. YouTube.
  12. ^ Star Wars VI: Return of the Jedi - Luke and Leia, Luke e Leia. YouTube.
  13. ^ Star Wars I: The Phantom Menace - Anakin's Theme, Il tema di Anakin. YouTube.
  14. ^ Star Wars I: The Phantom Menace - Duel of the Fates, Duel of the Fates. YouTube.
  15. ^ Star Wars II: Attack of the Clones - Anakin goes off to search for his mother (Duel of the Fates), Anakin va a cercare sua madre. YouTube.
  16. ^ a b Star Wars III: Revenge of the Sith - Yoda vs the Emperor, 2° part, Il combattimento di Yoda e dell'Imperatore (Duel of the Fates, Battle of the Heroes). YouTube.
  17. ^ Star Wars I: The Phantom Menace - "You will be a Jedi" (Funeral Theme), Funeral Theme. YouTube.
  18. ^ Star Wars III: Revenge of the Sith - Padmè's Death, Anakin's Death and Darth Vader's birth 2), La morte di Padmè e la nascita di Darth Vader (morte di Anakin). YouTube.
  19. ^ Star Wars II: Attack of the Clones - Across the Star (Love Theme), Tema romantico. YouTube.
  20. ^ Star Wars III: Revenge of the Sith - Battle of the Heroes , Battle of the Heroes. YouTube.
  21. ^ Guida completa alla narrativa di Guerre stellari in guerrestellari.net. URL consultato il 07/9/2008.
  22. ^ Chiara Marino, Un capolavoro alternativo - Le proposte musicali del poema sinfonico Shadows of the Empire in Guerrestellari.net. URL consultato il 07/9/2008.
  23. ^ a b c (EN) Blake Matthews, Music Review: 'Star Wars: The Clone Wars' Soundtrack in Blogcritics.com, 21 agosto 2008. URL consultato il 25/8/2008.
  24. ^ (EN) The Clone Wars Soundtrack in Starwars.com, 09 luglio 2008. URL consultato l'11/8/2008.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]