Colonna della Vittoria dell'Indipendenza dell'Estonia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Colonna della Vittoria dell'indipendenza dell'Estonia, in piazza della Libertà a Tallinn.

La Colonna della Vittoria della Guerra di indipendenza estone, (in estone: Vabadussõja võidusammas) è un monumento ideato nel 1919 ma inaugurato solo 90 anni dopo  : nel giugno 2009. È composto da una stele sulla cui cima è collocata la Croce della Libertà . La colonna è situata sul lato ovest della piazza della Libertà, a Tallinn..

Alta poco più di 23 metri, commemora, tra le 143 lastre di vetro che la compongono, la memoria ed il dolore per la perdita di 4.000 estoni tra civili e militari caduti e di circa 14.000 soldati e civili, feriti durante il conflitto per l'indipendenza contro i bolscevichi tra il 1918 e il 1920.

In cima alla colonna è presente una riproduzione ingigantita della Croce della Libertà, un'onorificenza al valore militare conferita ai soldati per le vittorie nelle battaglie, appuntata sulla loro divisa, durante la guerra di indipendenza del 1918-1920.

Al suo fianco, nella parte destra, sventolano le bandiere estoni con il tricolore nazionale.

Coat of arms of Estonia.svg

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'idea di creare un monumento fu concepita dagli estoni nel lontano 1919, l'anno successivo alla dichiarazione d'indipendenza estone e prima della fine della guerra contro i bolscevichi.

Nel 1936 fu promulgata una legge che stabiliva la costruzione di un monumento alla memoria delle vittime del conflitto per l'indipendenza estone. Ma i lavori preparatori furono interrotti dall'arrivo della Seconda Guerra mondiale e dalla conseguente occupazione sovietica nel dopoguerra.

Dopo aver raggiunto l'indipendenza nel 1991, si ripropose l'idea di costruire, questa volta veramente, il monumento commemorativo nazionale. Nella primavera del 2005, il Parlamento estone o Riigikogu decise che la Colonna della Vittoria in memoria dei Caduti doveva essere eretta in Piazza della Libertà (Vabaduse Väljak), nel distretto di Kesklinn, il centro-città della capitale, Tallinn.[1]

Il progetto[modifica | modifica wikitesto]

La gara per l'assegnazione nel 2006 ricevette più di quaranta proposte. Il progetto vincitore, denominato Libertas fu ideato dagli architetti : Rainer Sternfeld, Andri Laidre, Kadri Kiko e Anto Savi. La ditta Celander Ehitus OÜ fu selezionata quale costruttore principale.

Galleria fotografica[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Fonte da: Museo della guerra dell'Estonia

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]