Colocasia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Colocasia
2006-10-22Colocasia01.jpg
Colocasia esculenta
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Sottoregno Tracheobionta
Superdivisione Spermatophyta
Divisione Magnoliophyta
Classe Liliopsida
Sottoclasse Alismatidae
Ordine Alismatales
Famiglia Araceae
Sottofamiglia Aroideae
Tribù Colocasieae
Genere Colocasia
Schott, 1832
Classificazione APG
Regno Plantae
(clade) Angiospermae
(clade) Monocotyledones
Ordine Alismatales
Famiglia Araceae
Specie

Colocasia Schott, 1832 è un genere di piante appartenente alla famiglia delle Araceae.[1]

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Originarie dell'India orientale e del Bangladesh, da dove si sarebbero diffuse verso l'Asia orientale e le isole del Pacifico, le colocasie sono piante erbacee con foglie di grandi dimensioni (anche 80 cm di lunghezza), di forma ovale o tondeggiante e margini ondulati, sostenute da grossi gambi carnosi e rigidi che si sviluppano da rizomi sotterranei. Producono fiori a forma di imbuto e colore giallo-crema, lunghi 20–40 cm, simili a quelli delle calle; da un punto di vista botanico, si tratta in realtà di un'infiorescenza detta spadice, ovvero di una spiga di minuscoli fiori avvolta da una grande brattea.[2].

Tassonomia[modifica | modifica sorgente]

Il Genere comprende le seguenti specie:[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (EN) Colocasia in The Plant List. URL consultato l'8 giugno 2014.
  2. ^ "Colocasia," Microsoft Encarta Enciclopedia Online 2009

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]